PELLETTERIA

Un Mipel che rispecchia il mercato: solo i buyer stranieri sono in leggera crescita

In linea con l’andamento del mercato, diminuiscono i visitatori totali ma aumentano quelli stranieri a Mipel, il salone della pelletteria, che ha chiuso i battenti ieri a Fiera Milano Rho: il consuntivo è di 14.188 ingressi contro i 16.401 di marzo 2012 e di 8.009 operatori internazionali rispetto ai 7.916 di un anno fa.

 

I cambiamenti introdotti con questa edizione hanno suscitato l’interesse e l’approvazione di espositori e compratori. Nuovo era infatti il layout espositivo, con quattro inedite aree speciali, così come alcuni servizi alle aziende e ai buyer. “Offrire alle imprese la possibilità di fare uno scatto professionale per la propria campagna adv, piuttosto che farsi conoscere in tutto il mondo gratuitamente grazie alla Mipel tv, ha avuto un ampio consenso e grande partecipazione”, ha sottolineato Giorgio Cannara, presidente di Aimpes e Mipel.

 

Anche questa stagione sono stati assegnati i premi del concorso Mipel… issima alle aziende che maggiormente si sono distinte per i loro prodotti e l’allestimento dello stand all’interno della manifestazione: i riconoscimenti sono andati a Boron Moda e Musica per la sezione Punto.it, a The Bridge per Extra, a Giorgio Fedon 1919 per Panorama e a Nunzia Palmieri per Design Studios.

 

Alla prossima tornata, in programma dal 15 al 18 settembre, si proseguirà con rinnovato impegno nella strada intrapresa. In particolare, in autunno sarà pienamente operativa @Mipel, una piattaforma online che permette all’espositore di proporre sul sito le proprie collezioni in qualunque momento, aggiornando i contenuti in totale libertà, attraverso un pannello di controllo dedicato (nella foto una creazione di Gabriele Pasini, designer lanciato dal gruppo Lardini, che ha debuttato negli accessori con una speciale istallazione a Mipel).

 

 

stats