PREVIEW

Vinitaly: al via il più importante salone mondiale sul vino

 

Sono oltre 4.100, su una superficie di 100mila metri quadri netti, gli espositori che partecipano a Vinitaly, il salone internazionale dedicato al vino e ai distillati, in programma a Verona dal 6 al 9 aprile.

 

Una novità assoluta della manifestazione è Vininternational-International Wine Production, un padiglione ad hoc per un'ottantina di realtà estere, integrato dall'International Buyers' Lounge-Taste and Buy, area business to business pensata per favorire incontri e scambi commerciali tra gli exhibitor e operatori selezionati provenienti da tutto il mondo.

 

Sempre in un'ottica di apertura verso i mercati strategici per il made in Italy, viene proposta per la prima volta la Vinitaly International Academy: una masterclass rivolta ai buyer internazionali, con sessioni di tasting e lezioni sui vitigni del nostro Paese.

 

Al debutto anche Vinitalybio, vetrina dei vini biologici certificati allestita insieme a FederBio che nasce da una precisa richiesta dei mercati non solo europei, ma anche del Nord America e del Far East.

 

In contemporanea con Vinitaly si svolgono Sol&Agrifood ed Enolitech, focalizzati rispettivamente sull'eccellenza del food e delle tecnologie per la viticoltura, l'enologia e l'ovicoltura made in Italy.

 

L'agroalimentare italiano è più che mai orientato alle esportazioni, il cui valore nel 2013 ha toccato i 33 miliardi di euro, di cui cinque realizzati con la filiera vinicola e 1,3 da quella olearia. Il solo settore enologico realizza un fatturato di 12 miliardi di euro, dando lavoro a 1,2 milioni di addetti, con un incremento del 50% negli ultimi dieci anni.

 

L'anno scorso le vendite oltreconfine sono state penalizzate da una contrazione del volume, che si è fermato a 20,4 milioni di ettolitri contro i 21,3 milioni del 2012, ma avvantaggiate da un +7,3% in valore, con una cifra che ha superato i 5 miliardi di euro.

 

Tra i Paesi che apprezzano di più i vini italiani spiccano Usa e Germania, che assorbono il 41% del totale esportato, pari a un miliardo di euro.

 

stats