Preview

White Milano: in pista dal 21 al 23 settembre con più espositori

Presentate questa mattina a Milano le novità della rassegna White Milano, che va in scena con un concept estetico del tutto rinnovato. Saranno 440 gli espositori presenti (di cui 300 italiani e 140 esteri), in progress del 20% rispetto all'edizione di settembre scorso e del 5% rispetto a febbraio. Attesi oltre 15mila visitatori.

 

Nelle tre sedi di via Tortona ai civici 27, 54 e 35 si concentrerà il risultato di una ricerca nei territori della moda contemporary, mirata a individuare le proposte più interessanti per i buyer italiani e stranieri. Un appuntamento che punta a valicare i confini della moda in senso stretto, individuando vitali liaison con i mondi dell'arte, del food, della fotografia, dell'eyewear e del beauty. Proprio al fine di proporre idee stimolanti, il turnover di espositori è elevato, con un tasso del 30% per l'edizione in arrivo.

 

Crescono le presenze nell'area Inside di via Tortona 54, dedicata alla moda sportswear, dove saranno presenti 42 brand, rispetto ai 29 di settembre 2012. Più ampia anche la sezione White Beauty, con 15 presenze di spicco nell'universo della profumeria artistica.

 

Tra le new entry, le sneaker di Diadora Heritage, le calzature firmate Simona Vanth della designer milanese Simona Citarella, titolare della boutique multibrand Wok, e poi ancora Ktz, Vans, Apologie Paris, A-Lab, per citarne alcune.

 

Tra le riconferme, spiccano i brand Lodental, con le rielaborazioni in chiave moderna del loden, Faliero Sarti, in pista con le sue raffinate sciarpe, Sophie D'hoore, marchio di total look nato a Bruxelles e Oops, con le sue borse avant-garde.

 

Fra le novità, si segnalano la sezione White and See, dedicata agli occhiali più cool e l'inaugurazione, nell'area White Suite di via Tortona 35, di un progetto frutto della collaborazione con la blog editor Nunzia Garoffolo, che porterà alla manifestazione quattro designer provenienti da tutto il mondo, cui è riservata un'area speciale.

 

Da segnalare anche il varo di Ifp Showroom, progetto consacrato all'Estremo Oriente, in parnership con Interfashion Planning, che porterà dalla Corea, per la prima volta, le label Isae, Ekjo e Wide Cara.

 

Da consultare con attenzione, il catalogo, arricchito con gli scatti suggestivi del fotografo Stefano Guindani.

 

Da non perdere, la performance della giovane designer Ludovica Amati, che fa il suo esordio sotto i riflettori sabato 21 settembre al Castello Sforzesco, nel corso di una serata che vedrà anche l'esibizione dell'attrice e musicista Joana Preiss. Un evento patrocinato dall'assessorato alla Moda e Design.

 

stats