RICERCHE

Nell'underwear il prezzo non è tutto: lo rivela uno studio di Imec e Lycra

Imec e Lycra indagano insieme sui desideri delle consumatrici italiane in fatto di abbigliamento intimo. Il responso è assoluto e inequivocabile: in tempo di crisi le donne, sotto il vestito, vogliono tutto, ossia funzione, comfort, praticità,  moda, seduzione, valorizzazione della silhouette. E, a sorpresa, emerge che il fattore prezzo non è fondamentale.

 

La ricerca, ultimata alla vigilia del Salon International de la Lingerie di Parigi - che ha chiuso i battenti ieri, dopo una tre giorni di immersione totale nelle tendenze donna e uomo per l’autunno-inverno 2013/2014 - è stata condotta in tutta la Penisola su un campione di 1382 donne di età compresa tra i 18 e i 64 anni.

 

Un panel rivelatosi esperto, consapevole, informato (anche sulle realtà dei brand che hanno condotto l’inchiesta) e che, a fronte della congiuntura, non intende fare sconti a niente e a nessuno. Ai capi intimi si richiede innanzitutto agio (40,7%), libertà di movimento (24,5%), sostegno (8,5%), ma anche valenze seduttive e di tendenza, importanti principalmente per la fascia anagrafica compresa tra i 18 e i 34 anni.

 


I difetti più insopportabili sono che il capo stringa, che perda tenuta e forma dopo pochi lavaggi, che si veda sotto i vestiti. Al momento dell’acquisto, però, il primo criterio di selezione è la funzione correttiva: l’intimo deve mettere in risalto i punti di forza e minimizzare i difetti. Poi viene il comfort e solo in terza posizione il prezzo (che per le giovani scala alla seconda).

 

Più che denaro, le consumatrici sembrano voler risparmiare tempo: infatti ritengono maggiormente interessanti le proposte che abbiano una manutenzione easy e che siano lavabili in lavatrice, possibilmente no stiro (item indicato al primo posto da circa il 90% del panel).

 


E mentre sale il gradimento per gli articoli contenitivi che risultino esteticamente gradevoli, si rivela desiderabile per la quasi la totalità del campione anche una maggiore personalizzazione delle "parti basse", progettate nell’ottica delle diverse conformazioni fisiche, così come succede per il reggiseno.

 

stats