Rassegne digitali

E-Pitti.com: un network in progress. E da ottobre, arriva a Milano Decoded Fashion

Numeri in crescita per il network virtuale di e-Pitti.com, giunto alla quarta edizione lo scorso mese di gennaio e che a giugno sarà in pista con l'appuntamento numero cinque. Per il futuro gli organizzatori hanno in serbo nuove iniziative, a partire dal lancio in Italia di Decoded Fashion, forum internazionale dedicato all'incontro tra moda e mondo digitale, in programma a ottobre a Milano.

 

"Anche nel business delle fiere il digitale costituisce la principale frontiera di evoluzione", ha dichiarato questa mattina nel corso di una conferenza stampa Francesco Bottigliero, a.d. di FieraDigitale, società da lui partecipata e controllata da Pitti Immagine cui fa capo la piattaforma, che oggi raggruppa le rassegne Pitti Uomo, W, Bimbo e Filati. "Questo grazie alla possibilità di far rivivere anytime, anywhere l'esperienza dei saloni tradizionali - ha aggiunto - e di valorizzare online le tante informazioni e i dati che gli operatori hanno sin qui accumulato su espositori e compratori". "Un servizio divenuto indispensabile e sul quale continueremo a investire - ha ribadito Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine -. Uno strumento di business-matching in evoluzione".

 

Lo confermano i numeri, a partire dal fatturato - cresciuto sensibilmente dagli 800mila euro del 2011 al milione e 800mila del 2012 (primo anno di breakeven), con la previsione di raggiungere i 2 milioni e mezzo nell'esercizio in corso - per arrivare agli espositori, passati dai 600 iniziali ai 1.290 odierni. In evoluzione anche le visite - 152mila per un totale di 650mila pagine visionate alla scorsa tornata di appuntamenti, a gennaio, in aumento del 24% circa rispetto all'edizione precedente -, le permanenze medie sulle pagine - cresciute da 9 a 12 minuti -, e i Paesi di provenienza dei buyer, da quota 90 a un totale di 100.

 

Anche i numeri di Pitti Filati, l'ultima arrivata fra le manifestazioni online, che ha festeggiato l'edizione numero due lo scorso gennaio, sono stati significativi, con un catalogo composto da 400 fili, consultato da buyer di oltre 40 Paesi, con sei minuti di durata media, circa 11 pagine viste e cinque schede di prodotto visualizzate.

 

E mentre prosegue la venture con Fiera Milano, per quanto riguarda la seconda edizione di Macef+, Fiera Digitale guarda già al futuro, a nuove iniziative. A partire dall'estensione del progetto web alla rassegna Super, ancora in fase di valutazione, fino al lancio di Decoded Fashion a Milano, il prossimo 16 ottobre alla Pelota, in collaborazione con Tecnamedia, la società newyorkese che lo ha portato al successo a New York e Londra. Un'iniziativa molto cara a Bottigliero, che l'ha sposata con entusiasmo.

 

 

Si tratta di un forum internazionale che affronta il tema dell'incontro tra moda e mezzi digitali, grazie all'intervento di professionisti dei settori di riferimento. Previsto anche un concorso dedicato alle migliori startup: selezionati da una giuria, saranno cinque i finalisti al rush finale, che il pubblico potrà votare tramite Twitter, con 10mila euro in palio per il vincitore.

 

stats