Retail Real Estate

Chiude con un +6% la tre giorni del Mapic di Cannes

Si è conclusa venerdì sera la 18esima edizione del Mapic di Cannes, il salone internazionale dedicato agli investimenti immobiliari commerciali: 8.500 i partecipanti (+6% rispetto al 2011), di cui 2.400 retailer e 850 investitori.

“Tra i Paesi presenti, la Francia resta in prima posizione, seguita da Italia, Russia (la nazione ospite d’onore), Gran Bretagna e Belgio - ha commentato Nathalie Depetro, direttore del salone -. La vera novità a livello di presenze è comunque stata quella degli Stati Uniti, con 118 società”.

Il Mapic, come sempre, è lo specchio delle dinamiche del settore: “È emerso chiaramente che al momento esistono due macro-mercati - ha sottolineato Depetro - quello dell’Europa occidentale che va al rallentatore, anche per la difficoltà di reperire i finanziamenti, e quello dei Paesi in via di sviluppo, come Russia, Cina, Brasile e India, che invece marciano a una velocità più elevata”.

“Sono comunque ottimista - ha concluso Depetro - perché credo che nei prossimi anni le sinergie di questi due mondi si intensificheranno sempre più e questo trasmetterà un forte impulso complessivo. Ne sono già un esempio gli investimenti di Westfield in Brasile, quelli di Outlet China in India e di Ikea in Russia, ma non solo”.

Per quanto concerne nello specifico l’Italia, la maggior parte dei progetti presentati riguardano opere di rigenerazione di strutture esistenti: tra queste spicca Porta a Mare a Livorno, a opera di Igd, mentre tra le novità tout court vi è Scalo Milano - Outlets & More firmato da Promos. La società bresciana intende inaugurare il complesso a Locate, nei pressi del capoluogo lombardo, nel 2015 in occasione dell’Expo. A livello di centri commerciali, l’apertura più interessante che si concretizzerà nel 2013 è invece il Villesse Shopping Center, nell’omonima località friulana, il primo realizzato nella Penisola da Ikea Center Group.


 

stats