SPORTSWEAR E YOUNGWEAR

Karl-Heinz Müller: «Con Bread & Butter a Seoul, hub del Far East»

Più di 600 ospiti, tra asiatici ed europei, del mondo della moda, della cultura e della mondanità hanno partecipato nei giorni scorsi nella capitale della Corea del Sud all’evento di lancio di Bread & Butter Seoul. La trasferta coreana del trade show berlinese esordirà nel complesso architettonico del Dongdaemum Design Plaza (nella foto), progettato da Zaha Hadid e aperto nella primavera di quast’anno, dal 3 al 5 settembre 2015.

 

«Bread & Butter è lieta di aver scelto Seoul come punto di partenza per introdurre importanti brand della moda nel mercato asiatico - ha detto Karl-Heinz Müller, fondatore e leader della manifestazione -. Siamo consapevoli che Seoul non ha una base di negozi multimarca paragonabile all’Europa, ma è una città con un buon potere d’acquisto, department store molto forti, una profonda cultura e un senso spiccato per la moda. Grazie alla sua unicità, la metropoli è considerata dagli altri Paesi asiatici una vetrina in cui scoprire novità in arrivo dalle nazioni occidentali e per questo detiene il ruolo di hub nel mercato orientale».

 

«Bread & Butter Seoul 2015 mixerà moda, cultura, arte e altro ancora per realizzare un eccezionale e creativo festival del fashion - ha dichiarato il sindaco della metropoli, Won Soon Park - . Mi auguro sia un evento che possa crescere abbracciando marchi globali della moda e artisti che vogliono mostrare il loro talento e la loro passione, portando un grande vento di cambiamento e di scambio nell’industria e nel trade».

 

La mattina dopo la conferenza stampa gli ospiti di Bread & Butter hanno avuto l’opportunità di visitare il complesso del Dongdaemum Design Plaza, che offre spazi espositivi, laboratori e negozi per giovani designer: una location in sintonia con lo spirito del salone berlinese su sportswear e youngwear.

 

 

stats