STRATEGIE

Vertice sulle fiere donna: "Incontro positivo". La prossima seduta a fine mese

Trapela solo un aggettivo, "positivo", come sintesi dell'incontro voluto da Smi, che ha riunito al medesimo tavolo i vertici dell'associazione degli industriali e di Cnmi e i numeri uno degli enti fieristici, al fine di ridefinire i calendari dei saloni italiani del womenswear.

 

I protagonisti mantengono infatti uno stretto riserbo sui risultati del primo summit, ma sembrerebbe siano state poste le premesse per un dialogo tra le parti: dialogo che riprenderà al prossimo appuntamento, in agenda per fine mese, dal quale forse scaturiranno le prime soluzioni.

 

In ballo, com'è noto, ci sono il futuro e la competitività delle piattaforme fieristiche italiane dedicate alla donna, soprattutto nei confronti della più agguerrita Parigi, che ha deciso di collocare i saloni prima dell'estate. Da più parti, infatti, si sono levate richieste di anticipare il timing delle nostre rassegne - proposta abbracciata dal presidente di Cnmi, Mario Boselli, e dal patron di White, Massimiliano Bizzi -, al fine di sintonizzarsi sulle reali esigenze d'acquisto dei buyer. È inoltre recente l'annuncio da parte di Pitti Immagine e Fiera Milano della volontà di far confluire le manifestazioni dell'ente fiorentino Touch!, Neozone e Cloudnine e quella meneghina Mipap in un unico rendez-vous, il cui format è ancora top secret.

 

stats