Statistiche

Confcommercio: la moda perde peso nella spesa degli italiani

Uno studio di Confcommercio stima che i consumi pro-capite nel 2017 ammonteranno a 17.300 euro. Per l'abbigliamento e le calzature gli italiani conterranno la spesa a 1.066 euro annuali.

 

La cifra destinata al guardaroba rappresenta il 6,2% dei consumi complessivi, con un'erosione rispetto al 7,7% registrato nel 1995, anno preso come punto di confronto da Confcommercio.

 

Nel complesso gli italiani spenderanno 7.981 euro per l'acquisto di beni (il 47,3% del totale, dal 56,4% del 1995) e 8.903 euro per i servizi (il 52,7% del totale, dal 43,6%).

 

Una delle poche voci di spesa in aumento, significativa del cambiamento di abitudini nei consumi nazionali, è quella relativa ad alberghi e ristoranti: 1.788 euro, con un peso che passa dal 7,9% al 10,3% del totale annuale.

 

Un'altra riguarda la casa (incluse le forniture di acqua, elettricità, gas e altri combustibili), cui corrisponde un'uscita di cassa di 4.105 euro (23,8% dei consumi complessivi, dal 18,3% del 1995).

 

Crescita lieve per la spesa in servizi sanitari (da 3,3% a 3,4% del totale) e per le comunicazioni, tra cui è compresa la telefonia (da 2% a 2,2%).

 

stats