TESSILE E ACCESSORI

Si apre il sipario su Première Vision: espositori in lieve calo

Première Vision, l’importante salone tessile di Parigi, è in scena da domani (16 febbraio) a giovedì 18 febbraio: 1.725 è il numero totale degli espositori delle sei sezioni in cui il trade show si articola (yarns, fabrics, leather, designs, accessories e manufacturing), in calo del 4% rispetto al numero record di exhibitor dello scorso febbraio.

 

«La lieve flessione dei partecipanti rispecchia la situazione di mercato, in cui ci sono stati raggruppamenti di aziende, fusioni e acquisizioni, come pure chiusure e riposizionamenti, ma il dinamismo della manifestazione rimane intatto - rassicura Gilles Lasbordes, general manager del salone -. Questa sessione conta 145 new entry contro le 128 dello scorso febbraio. Inoltre la superficie espositiva occupata è la stessa».

 

C’è grande curiosità da parte degli addetti ai lavori verso questo evento, che ogni stagione richiama oltre 60mila visitatori, per il 74% internazionali. La strage del Bataclan inciderà sugli arrivi a Parigi? Si cerca anche di capire se l’appuntamento sulle pre-collezioni, lanciato da Première Vision per il 6 e 7 luglio, nelle stesse date di Prima MU, abbia la forza di sbaragliare l’iniziativa degli italiani.

 

Per il resto, Première Vision conferma tutta la sua autorevolezza nel presentare le tendenze della stagione di riferimento, la primavera-estate 2017, grazie a 16 forum, su spazi dedicati di oltre 5.500 metri quadri.

 

stats