TESSILE E ACCESSORI

Un approccio più globale per la seconda edizione di Milano Unica New York

Dal 24 al 26 gennaio è di scena la seconda edizione di Milano Unica New York. Al Jacob Javits Center sono sotto i riflettori le collezioni tessili per la primavera-estate 2017 di una sessantina di aziende in arrivo dalla Penisola. Nei primi 9 mesi del 2015 l’export di tessile made in Italy negli Usa ha avuto una crescita del 17%, per un totale di 143 milioni di euro.

 

«Dopo la start up di luglio, che ha riscosso un soddisfacente successo, avendo visto partecipare tutti i più importanti brand della moda newyorkese, ora stiamo puntando fortemente sul coinvolgimento anche dei marchi di alta gamma di altri Stati, come California, Texas e Massachusetts - spiega Ercole Botto Poala, neo-presidente di Milano Unica -. Obiettivo della manifestazione è approcciare questo mercato a 360 gradi, mirando non solo ai clienti tradizionali come i grandi retailer o i designer, ma anche alle nuove tipologie di realtà che in Nord America stanno dimostrando grandi potenzialità».

 

L’edizione alle porte, supportata dal Ministero dello Sviluppo Economico e con la collaborazione di Agenzia Ice e Sistema Moda Italia, si arricchisce grazie all’Area Trend e all’Area Sintesi: due novità per New York.

 

Il mercato a stelle e strisce viene considerato molto promettente a medio-lungo termine per il tessile made in Italy. Per questo qui, come in come in Cina, si sono concentrati gli investimenti di Milano Unica World, la realtà che intende portare l’eccellenza di Milano Unica in giro per il mondo.

 

Nei primi 9 mesi del 2015 l’export di tessile italiano negli Usa ha avuto una crescita del 17%, per un totale di 143 milioni di euro. Tutte le tipologie di tessuto hanno performato bene, eccezion fatta per la pura seta. I tessuti di lana pettinata registrano un +40% per un valore di oltre 30 milioni di euro; quelli di maglia +20%, mentre i cotoni, che rappresentano quasi il 30% delle nostre esportazioni verso il Paese, si fermano a +0,6%.

 

 

stats