TESSUTI

A Munich Fabric Start è tempo di Refuture

Quasi mille aziende da 36 Paesi presentano una vasta gamma di tessuti e accessori tessili dall’1 al 3 settembre a Monaco di Baviera nell’ambito di Munich Fabric Start, il salone che apre la stagione delle fiere di settore.

 

L’appuntamento risulta in crescita, anche se a questa tornata è stato preceduto per la prima volta da Prima MU, la rassegna d’anticipo lanciata a luglio da Milano Unica nel capoluogo lombardo.

 

Circa 1.600 collezioni tessili per l’autunno-inverno 2016/2017 vengono svelate complessivamente da questa piattaforma, strutturata nelle sezioni Fabrics, Additionals, Design Studio e Bluezone. Tra le aziende che fanno il loro ingresso nella manifestazione questa stagione, gli organizzatori segnalano Cotonificio Albini, Bernini, Lanificio Morganti Brunetto, Stamperia di Martinengo, Alibi, Panoco, Pizval e Secondo Stefano Pavese nella parte Fabrics e Conti Wej e Bottonificio Fenili in Additionals.

 

Di riferimento come sempre la Bluezone, che si tiene dal primo al 2 settembre nell’adiacente Zenith Halle, con i suoi circa 80 protagonisti della filiera del denim, fra tessitori, realtà attive nei finissaggi, nei lavaggi e negli accessori per questo comparto. Tra le new entry si trovano, tra gli altri, Prospery Textile, Kuroki, Azgard Nine, Advance Denim e Intex. I leader che hanno confermato la loro presenza sono Candiani, Orta Anadolu, Tejidos Royo, Calik Denim, Isko, Lanificio Europa, ITV Denim e Maibom, solo per citare alcuni nomi.

 

Il titolo dell’area tendenza è Refuture, neologismo che rimanda alla fusione creativa tra passato e futuro. Da segnalare, infine, le sezioni Asia Salon ed Eco Village.

 

Circa 20mila visitatori professionali sono attesi a Monaco di Baviera.

 

 

stats