TESSUTI

Milano Unica lancia nuove sfide. E la sera si balla con Gloria Gaynor

Con la conferenza stampa, fissata per domattina (9 febbraio) alle 11.30, si apre ufficialmente la XXII edizione di Milano Unica, il salone rappresentativo della produzione tessile made in Italy, questa volta focalizzato sulle collezioni per la primavera-estate 2017. Tra gli eventi clou della rassegna, la live performance di Gloria Gaynor domani alle 19 al MiCo di Fieramilanocity.

 

Così se la mattina si farà il punto sull’andamento del settore, sull’internazionalizzazione e sulla coesione interfieristica, alla presenza di Ercole Botto Poala, neo presidente di Milano Unica, Roberto Luongo, direttore generale dell’Ice, Claudio Marenzi, presidente di Sistema Moda Italia e Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, alle 19 ci sarà l’opportunità di intrattenere gli ospiti internazionali della manifestazione con un welcome cocktail e un light dinner, sulle note della regina della disco music.

 

Il salone, in scena fino a giovedì 11 febbraio, conta qualche azienda in più rispetto a un anno fa: 370 contro le 361 di febbraio 2015, a cui si devono aggiungere gli espositori di Osservatorio Giappone, 40, e Osservatorio Corea, 13.

 

Durante la conferenza stampa i vertici di Milano Unica presenteranno anche il nuovo format con cui la rassegna andrà in scena a settembre. Botto Poala non può anticipare molto, per non rovinare l'effetto mediatico dell’incontro, ma ha rivelato a Fashion che i cambiamenti andranno nella direzione di una maggiore valorizzazione del made in Italy.

 

Botto Poala spiegherà presumibilmente anche come Milano Unica ha intenzione di rispondere all’attacco sferrato da Première Vision, che ha deciso di lanciare un evento fieristico sulle pre-collezioni a luglio, proprio nelle date in cui gli organizzatori italiani programmavano la seconda edizione di Prima MU.

 

 

stats