Tessile

L'industria serica comasca continua a crescere: +6% nei nove mesi

Il trend positivo intrapreso nel 2010 dal distretto serico di Como continua e, in base ai dati di Sistema Moda Italia e Unindustria Como, nei primi nove mesi del 2014 il settore registra un +6% nei ricavi, facendo prevedere una crescita annuale più forte di quella del 2013 (che era stata del 2,6%).

 

«I risultati complessivi - spiegano i ricercatori - sintetizzano dinamiche a volte assai diversificate tra le singole aziende, in presenza di un contesto impegnativo sia all’interno, sia all’esterno del distretto».

 

Il tessuto per abbigliamento femminile, che rappresenta la componente più rilevante tra le diverse produzioni seriche, ha contribuito con un incremento a due cifre. L’accessorio tessile (come foulard, scialli, sciarpe, stole e bandane), dopo la pausa a inizio 2014 ha recuperato i livelli perduti. La seta per cravatte ha invece accusato un’ulteriore flessione, a causa del calo dei consumi finali.

 

Gli analisti parlano di un'esportazione diretta del tessuto serico «non sfavorevole» e di una «buona dinamica» delle esportazioni delle confezioni donna realizzate in Italia con seta o fibre chimiche nazionali.

 

Il raffreddamento di un mercato come la Russia e le incognite derivanti dalle tensioni sono tra i maggiori nodi da sciogliere nei mesi a venire mentre dall'Italia ci si aspetta un «clima migliore», sotto la spinta di Expo 2015 e dell’auspicabile miglioramento dei consumi.

 

stats