Tessile

Salgono a 21.800 i visitatori della 19esima Milano Unica

Milano Unica archivia l'edizione di settembre con 21.800 visitatori, dai 21.600 dello scorso anno (+6,5%). In leggero calo la partecipazione italiana (-0,5%) e in lieve aumento quella estera(+1%).

 

Tra le presenze straniere spiccano per dinamismo India (+38%), Giappone (+44%), Turchia (+28%), Paesi Bassi (+7,5%), USA (+6,55%) e Spagna (+6%). Stabili quelle di Regno Unito, Germania e Francia, mentre scendono le presenze dalla Cina (-4%), Corea del Sud (-41%), Federazione Russa (-21%) e Hong Kong (-18%).

 

«L’andamento - sostiene il presidente del salone, Silvio Albini - conferma due convinzioni. La prima è che il futuro è nella capacità della tessitura italiana ed europea di stare ancora di più nel mondo. La seconda è che l’Europa deve diventare il nostro mercato domestico. La strada è ancora lunga e accidentata, ma confido che le nuove istituzioni, in primo luogo il Parlamento europeo e la Commissione europea, formatesi a seguito del voto della scorsa primavera, sappiano farci fare dei passi avanti a difesa e sostegno della manifattura continentale, a partire dal riconoscimento del "made in" per le merci provenienti dai Paesi extra-Ue».

 

«Un’edizione con tante innovazioni e proposte che ci hanno insegnato molto, per fare ancora di più e meglio in futuro - commenta il direttore generale Massimo Mosiello -. Cominceremo già a partire dalla sesta edizione di Milano Unica China, che si svolgerà a Shanghai dal 20 al 23 ottobre e che vedrà la partecipazione di 127 espositori, accompagnata da un evento straordinario a cui parteciperà l’étoile del Teatro alla Scala, Roberto Bolle. L’appuntamento per la prossima edizione milanese, dedicata alle collezioni primavera-estate 2016, sarà, dal 4 al 6 febbraio 2015, ancora al Portello di Fieramilanocity».

 

stats