Tessuti

Botto Fila: dinamiche performance e attenzione ai giovani

Numerose novità per Botto Fila: una dinamica tipologia di abito maschile, un fatturato in crescita, un programma di distribuzione a medio termine sui mercati asiatici e una particolare attenzione ad un target giovane di consumatori.

 

Il fatturato del primo semestre 2012 dell’azienda, che riunisce i marchi Luigi Botto e Fila, si è mantenuto sugli stessi livelli registrati nel 2011, con una promettente tendenza al rialzo e il raggiungimento di 25 milioni di euro come previsione per la fine dell’anno, a fronte di una situazione congiunturale nient’affatto rosea.

 

La mossa vincente è una filosofia merceologica sintonizzata sui giovani, con prodotti innovativi e moderni, adatti a un target di consumatori più calibrato con i nuovi stili di vita. Nelle intenzioni di Alberto Bertoni, presidente e a.d. del marchio, è questa la strada da seguire se si vuole alimentare la ripresa del comparto, tant’è che Botto Fila lancia “Dinamico”, un abito formale, dal fit confortevole, come alternativa al taglio classico.

 

Non è l’unica news del brand. Bertoni punta molto sull’Asia, Cina in testa, come mercato strategico per gli anni a venire, oltre che particolarmente ricettivo verso le novità creative e di ricerca sviluppate da Botto Fila. Per questo rivela la messa a punto di una rete di distribuzione a medio termine che dovrebbe permettere all’azienda una presenza capillare su tutto il territorio.

 

stats