Tessuti

Milano Unica Cina a Shanghai

Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di Milano Unica Cina a Shanghai, dedicata alle collezioni autunno-inverno 2013/2014 di tessuti e accessori, in calendario dal 22 a 25 ottobre, nell’ambito di Intertextile Shanghai Apparel Fabric (nella foto l'area trend di Milano Unica).

 

Alla scorsa manifestazione di Milano Unica - che si è tenuta a Milano dall’11 al 13 settembre 2012 - abbiamo avuto un ottimo riscontro dai visitatori cinesi, quantificabile in un +75% rispetto alla passata manifestazione del 2011”. Ha esordito così Silvio Albini, presidente di Milano Unica, sottolineando il vivace interscambio istituito fra i due Paesi, frutto anche del passato allestimento di Milano Unica Cina, che si è svolta a Pechino a marzo 2012. “Il ponte instaurato tra Italia e Cina - ha continuato Albini - sta dando ottimi risultati”.

 

Questa volta il numero degli espositori sale a 124 (+30%), rispetto ai 95 della passata stagione, inoltre l’area a disposizione delle aziende copre metà del padiglione 1 - il più prestigioso secondo il presidente - per un totale di 2.115 metri quadri netti (contro i 1.620 di Pechino). Gli allestimenti sono curati dall’architetto Misa Poggi, già responsabile dei padiglioni di Ideabiella e Shirt Avenue a Milano.

 

A corollario della fiera ci sarà anche un evento sul tema Creatività italiana e cinese, che vedrà tre designer cinesi e altrettanti italiani sfilare sulla passerella di On Stage. I prescelti del nostro Paese sono Marco De Vincenzo per il womenswear, Andrea Pompilio e Camo in pista con l’abbigliamento da uomo. Sul fronte orientale gli stilisti sono Huishan Zhang con le creazioni femminili, Vega Zaishi Wang e Xander Zhou per quelle maschili. La sfilata si terrà il 23 ottobre presso lo Shanghai Italian Expo, il padiglione italiano dell’Expo 2010.

 

Ma non è l’unico avvenimento di portata internazionale che coinvolge questo padiglione: attualmente è in corso (28 aprile 2012 - 31 gennaio 2013) una grande mostra allestita dalla Triennale di Milano, dal titolo Tradizione e innovazione. L’Italia in Cina, suddivisa in sette sezioni, che presenta l’arte, l’artigianato, la moda, il design e la tecnologia in rapporto alla cultura cinese. 

 

Al termine della conferenza Albini ha rimarcato l’importanza di fare squadra fra le aziende per poter vincere sui mercati internazionali e ha citato i buoni risultati delle esportazioni di tessuti nei primi sei mesi di quest’anno (+8,7%), rispetto al corrispondente periodo del 2011. Inoltre ha evidenziato come Cina e Hong Kong siano al secondo posto dopo la Germania quali fruitori di stoffe italiane: l'export verso i due Paesi orientali è del 9,8% sul totale delle vendite italiane oltreconfine, rispetto all'11,5% del mercato tedesco.

 

stats