WOMENSWEAR

Super: più forza alla moda donna a Milano

In occasione della presentazione alla stampa della prossima edizione del salone Super (di scena a Fieramilanocity da sabato 28 febbraio a lunedì 2 marzo), Geatano Marzotto e Raffaello Napoleone (nella foto) - rispettivamente presidente e amministratore delegato di Pitti Immagine -, insieme a Enrico Pazzali, a.d. di Fiera Milano, hanno ribadito che in questo periodo la collaborazione è massima per rafforzare l’offerta di moda donna nel capoluogo lombardo.

 

«Sul womenswear stiamo cercando di fare sempre meglio a livello fieristico», ha dichiarato Gaetano Marzotto, che parlando del settore ha pronosticato una ripresa dei consumi in Italia, dopo cinque anni di continua flessione. Ma, soprattutto, ha puntato l’attenzione sugli Stati Uniti. «L’economia a stelle e strisce darà soddisfazioni alla moda made in Italy. Il 2015 andrà ancora meglio del 2014», ha affermato.

 

Enrico Pazzali, a.d. di Fiera Milano, ha detto che l’anno si è aperto positivamente sul fronte fieristico. «Abbiamo avviato una collaborazione con Pitti Immagine in tempi non sospetti: la sinergia tra Mipap e Super a Fieramilanocity ha dato buoni frutti già alla scorsa edizione, con un +13% di visitatori - ha dichiarato -. Ora la partnership viene ulteriormente rafforzata, anche grazie all’attenzione riservata dal vice ministro Calenda ai saloni come strumento di politica industriale e agli importanti stanziamenti previsti».

 

Pazzali ha poi ricordato che a marzo, per la prima volta, l’unità d’azione tra diversi soggetti del sistema moda italiano si concretizzerà a Shanghai, in occasione di Chic: ci saranno TheMicam sulle calzature, Emi con l’abbigliamento e Milano Unica con i tessuti.

 

Raffaello Napoleone è entrato nel vivo del prossimo Super. Il salone ospiterà circa 200 aziende, di cui il 60% di accessori e il restante 40% di abbigliamento. Coerentemente all’impostazione iniziale, il focus sarà sullo scouting, la ricerca pura condotta nel mondo dal team di Pitti Immagine, sull’internazionalità e sui giovani.

 

Napoleone ha puntato l’attenzione sui Super Talents, selezionati in collaborazione con Sara Maino di Vogue Italia e Vogue Talents: Antpitagora, Carlo Volpi Knitwear, Ituen Basi, Ken Samudio, Charline De Luca e Vernissage Jewellery.

 

The Green Closet è invece il contenitore di sette marchi inglesi dall’approccio eco-fashion. Un progetto patrocinato da UK Trade & Investment e Consolato Generale Britannico, che ha scelto di utilizzare la presenza a Super anche per promuovere il padiglione inglese all’Expo 2015.

 

Corposo è il programma di incoming di buyer stranieri previsto al salone. «Il tasso di internazionalità dei compratori a Milano per la settimana della moda donna è di circa il 30% - ha concluso Napoleone -. Lo consideriamo troppo basso e abbiamo intenzione di lavorare intensamente su questo fronte».

 

 

stats