Womenswear

White: l'hub della moda contemporary torna a Milano dal 26 al 28 settembre

500 marchi, di cui il 34% internazionali e 186 new entry, su una superficie di 18.500 metri quadri: questi i numeri di White, la rassegna del womenswear di scena dal 26 al 28 settembre a Milano. Special guest è il marchio Sapopa, l'active made in Italy con il cuore fashion. Al debutto Bonomea, con i suoi accessori. Da non perdere la nuova area Select.

 

Presente nella zona lounge di White, al  Superstudio di via Tortona 27, Select è uno spazio che propone un brand mix al top, con un pool di marchi dall'appeal internazionale. Realtà come N3m-Noitremilano con le scarpe unisex, Giuliana Mancinelli Bonafaccia, con i suoi gioielli dalle forme architettoniche, il designer tedesco Tim Labenda, le clutch firmate Rodtness, le calzature dell'afro-portoghese Susana Traça, i capi senza tempo di Angelosergio Santoni, i gioielli di Zaafar e le proposte di Almaz e Arthur Avellano.

 

Tra i debutti, spicca quello dello special guest, Sapopa, marchio che interpreta una tendenza che va forte negli Stati Uniti e che porta nell'abbigliamento di tutti i giorni lo stile active. Protagonisti capi made in Italy caratterizzati da una grande attenzione ai materiali, alle forme e ai volumi.

 

New entry anche Bonomea, sinonimo di accessori e gioielli, che riunisce tre tratti distintivi: la tradizione della pelletteria milanese, l'artigianato orafo vicentino e la raffinatezza delle pelli conciate in Veneto.

 

Il Basement, l’area underground di Superstudio Più dedicata al top della ricerca internazionale punta su Henrik Vibskov, una presenza storica di White, il marchio di denimwear californiano 69, insieme ad Arielle De Pinto, Katrine Kristensen, Vibe Harsloef , Node , Barbara Alan e Building Block.

 

Ritorna in Tortona 27 anche Inside, l’area dedicata ai giovani produttori della moda contemporary in fase di start-up con un format concentrato su dodici marchi, selezionati dal team di White seguendo criteri che mettono in primo piano il valore delle lavorazioni e l’appeal sofisticato delle creazioni. Nomi come 10Bags Lapalombella, 7A, Animadverte, Akaso, Balossa, Benedict, Ortys Officina Milano e Lura.

 

Fra i nomi di punta negli spazi dell'hotel Nhow c'è Ultràchic, il brand milanese di abbigliamento donna creato daViola Baragiola e Diego Dossola, tra i dieci finalisti del concorso Time Award 2015, il progetto internazionale di brand accelerator promosso e organizzato da White e dalla Camera Italiana Buyer Moda per il quale si è aggiudicato il premio speciale Russian Buyers Union che l'ha portata a sfilare a Rostov nella boutique plurimarca di Elena Bugranova.

 

La nuova collezione, che ha sfilato in anteprima nella passerella di Milano Unica, allestita nei giorni scorsi in via Monte Napoleone, si caratterizza per la modernità degli abbinamenti giocati tra la prorompente palette dei colori e i volumi new look. Un nome nato nel 2006 che nel 2008 ha partecipato per la prima volta al White e che ha aperto di recente il primo monomarca in via Meravigli 18, a Milano.

 

stats