A Beaverton, in Oregon

Nike spinge sull’innovazione: al via un nuovo megacentro di ricerca da 70mila metri quadri

Creare prodotti più mirati, personalizzati e adatti a ogni tipo di sport. Con questo obiettivo, Nike ha inagurato presso i propri headquarters a Beaverton, in Oregon, il suo nuovo centro di innovazione, battezzato Nike LeBron James Innovation Center, dal nome di uno dei suoi atleti di spicco: una struttura che si sviluppa su oltre 70mila metri quadri di superficie e dedicata interamente alla ricerca.

«È l'epicentro dove lavoriamo con gli atleti di tutte le abilità e tutti gli sport», ha sintetizzato Matthew Nurse, Vp del Nike Explore Team Sport Research Lab, parlando dell’edificio, che ospita la più grande installazione di motion-capture del mondo con 400 telecamere, attrezzature di body-mapping e molto altro ancora.

La struttura - progettata dall'architetto Olson Kundig con criteri eco-sostenibili - comprende anche un campo da basket, una pista di atletica da 200 metri, un rettilineo di 100 metri per i test di velocità e un campo di allenamento con erba artificiale per  “catturare” il movimento degli atleti e individuare le caratteristiche anatomiche e funzionali per valorizzarlo al massimo.

Si tratta di un investimento kolossal (anche se la cifra non viene resa nota) perché il nuovo centro è cinque volte più grande del precedente Nike Sport Research Lab, attivo da oltre 40 anni.

Nel primo trimestre, terminato il 31 agosto, i ricavi di Nike sono cresciuti del 16% a 11,6 miliardi di dollari (+12% a valute costanti). L’utile del gruppo è aumentato del 23%, a 1,9 miliardi di dollari o 1,16 dollari per azione (+22%).
a.t.
stats