A Delhi la prima boutique

Valentino alla volta dell’India con Reliance Brands Limited

Reliance Brands Limited-Rbl - consociata di Mumbai di Reliance Retail Ventures - ha firmato un accordo di distribuzione a lungo termine con Valentino per portare in India la maison.

L’intesa parte con l’apertura, questa estate, della prima boutique del brand a Delhi, a cui farà seguito un flagship store a Mumbai. I negozi proporranno una gamma completa di capi uomo, donna e accessori del marchio (inclusi la PinkPPCollection FW22-23, nella foto, e la nuova linea Valentino Eyewear) con uno store concept rinnovato, che permetterà ai clienti di vivere un’esperienza d’acquisto global, ma personalizzata.

«Valentino non ha bisogno di presentazioni in India - commenta Darshan Mehta, managing director di Rbl -. Fondata dal leggendario stilista italiano Valentino Garavani e da Giancarlo Giammetti, la casa di moda ha vissuto un’evoluzione creativa di grande impatto sotto la guida dell’attuale direttore creativo Pierpaolo Piccioli e del ceo Jacopo Venturini, che hanno portato il brand nella sfera del lusso contemporaneo, implementando il suo heritage».

«Il romanticismo contagioso del marchio, i suoi codici iconici e l’uso audace del colore hanno una forte risonanza in India - prosegue il manager -. Questa partnership contribuirà a rendere Valentino più vicino alla clientela indiana e a creare dei nuovi connoisseur della griffe».

Per Jacopo Venturini quello indiano è un «importante mercato, colmo di nuove opportunità» e l’imminente apertura degli store rappresenta «un passo significativo nella strategia globale di Valentino».

La boutique di Delhi ha una superficie di 162 metri quadrati presso il Dlf Emporio, che proporrà principalmente le collezioni donna e una mirata selezione di accessori uomo, mentre il flagship di Mumbai offrirà l’intero universo Valentino: womenswear, menswear e accessori come scarpe, borse, piccola pelletteria, foulard, cravatte, eyewear e fragranze.

Quello di Valentino è solo uno degli annunci più recenti relativi a piani di espansione nel Paese dell’Asia meridionale con Rbl. A inizio mese è stata la volta del casualwear americano Gap, preceduto in maggio da Tod’s.

In portafoglio la realtà indiana del retail elenca altri nomi italiani come Bottega Veneta, Diesel, Ermenegildo Zegna, Giorgio Armani, Salvatore Ferragamo e Versace. Nel complesso la società gestisce in India 1.937 punti vendita, di cui 732 negozi e 1.205 shop-in-shop.
e.f.
stats