a firenze

Fortezza blindata in vista di Pitti: aumentate le misure di sicurezza anti terrorismo

Alla Fortezza da Basso di Firenze, dove dal 12 al 15 gennaio si svolgerà Pitti Uomo, saranno attuate misure di sicurezza speciali. Previsti metal detector all'ingresso e controlli a campione su borse e bagagli.

 

Dopo gli attacchi di Parigi e l'attentato sventato a Bruxelles, gli organizzatori della manifestazione fieristica stanno lavorando insieme alle istituzioni cittadine e ai responsabili della pubblica sicurezza per «assicurare le massime condizioni di comfort alla luce dell'adozione delle misure concordate a livello europeo».

 

Per chi arriva in treno, la raccomandazione è di lasciare, fino a esaurimento, il proprio bagaglio al deposito di Santa Maria Novella, in quanto quello interno alla Fortezza da Basso avrà una capienza inferiore al solito. Il personale chiederà un documento di riconoscimento, che verrà fotocopiato e abbinato al collo in deposito.

 

Maggiore allerta anche ai varchi di accesso in fiera: saranno aumentati il numero dei tornelli e il personale incaricato dei controlli, con addetti di Pitti Immagine e agenti di polizia, alcuni dei quali muniti di metal detector. Indispensabile, anche in questo caso, esibire un documento di identità. Previste inoltre verifiche a campione di borse e bagagli.

 

In collaborazione con l'ente di gestione della Fortezza da Basso saranno installate telecamere di controllo supplementari, fino alla copertura totale degli ingressi, dei passaggi tra padiglioni e all'interno dei padiglioni stessi.

 

La polizia bonificherà i padiglioni a ogni chiusura (incluso il giorno precedente l'inizio della manifestazione), con monitoraggio delle auto e dei mezzi privati e di carico e scarico dentro la Fortezza.

 

Le misure saranno messe in atto per i tre principali appuntamenti di gennaio: Pitti Uomo, Pitti Bimbo e Pitti Filati.

 

stats