a firenze

Pitti Uomo: edizione caleidoscopica, tra eventi, ospiti illustri e nuove sezioni

1.240 espositori a oggi, di cui 561 in arrivo dall'estero (ossia il 45% sul totale), 19.500 buyer attesi, di cui 8.500 stranieri e circa 1.800 giornalisti accreditati: questi i numeri del prossimo Pitti Uomo 94, a Firenze dal 12 al 15 giugno. Nuove sezioni in Fortezza, progetti speciali e tanti ospiti speciali: da Craig Green a Roberto Cavalli, fino al giapponese Fumito Ganryu.

 

La kermesse sarà scandita dal tema di stagione, P.O.P. Pitti Optical Power, con un bombardamento di stimoli grafici e un caleidoscopio di colori e con la nascita di un nuovo spazio, all'ingresso del Padiglione Centrale: un'area bar/relax dove si svolgeranno anche alcuni degli eventi in programma.

 

La geografia della rassegna, come a ogni stagione, si ridisegna per andare incontro alle evoluzioni del mercato. Nasce la sezione speciale I go out, dedicata al mondo dell'outdoor, interpretato in ottica Pitti, al crocevia tra stile urban e moda di ricerca. Alla Sala della Ronda, saranno presenti marchi come Barena, Filson, Arc'teryx, Teva, con il debutto atteso della linea outdoor di Woolrich e la partecipazione speciale di Reda Active, linea di tessuti altamente performanti.

 

Allo Spazio Carra va in scena la guest nation, che questa volta è la Georgia, con una selezione di sei brand e designer emergenti, in collaborazione con la Mercedes Benz Fashion Week di Tblisi. Sempre dall'estero si segnala all'Arena Strozzi il progetto Scandinavian Manifesto, in partnership con il salone Revolver di Copenhagen, che porta alla rassegna 17 talenti emergenti del menswear nordeuropeo.

 

Tra le novità nelle varie sezioni si segnalano il lancio del progetto Ermenegildo Zegna-Beachwear, il debutto della linea del Gruppo Gilmar, IcePlay, la presentazione della nuova collaborazione di Paul&Shark con Nick Wooster, il rientro de La Martina al Padiglione delle Ghiaia, dove è on show anche il nuovo spazio dedicato ai marchi di Basicnet, K-Way, Sebago e Superga.

 

Da vedere ancora lo stand di Sease alla Polveriera, il marchio di Giacomo e Franco Loro Piana legato alle passioni dell'uomo contemporaneo, la co-lab tra il brand losangelino Atelier&Repairs e Candiani Denim nata in occasione dell'80esimo anniversario dell'azienda italiana, e la presentazione il 13 giugno in Fortezza di Band of Outsiders, con uno show che porta in scena la quarta collezione realizzata da Angelo van Mol e Daniel Hettmann, rispettivamente design e brand director della label.

 

Fuori dalla Fortezza il calendario degli special event è quanto mai denso: a partire dal lancio del menswear di Paul Surridge per Roberto Cavalli, in programma il 13 giugno alla Certosa, per proseguire con la sfilata del guest designer Craig Green, il 14 giugno al Giadino di Boboli, e con l'evento del designer project Fumito Ganryu, che il 13 presenta nella Galleria d'Arte Contemporanea Frittelli la sua etichetta indipendente, dopo l'esperienza nel gruppo Comme des Garçons.

 

Da non perdere la mostra Fanatic Feelings-Fashion Plays Football, dedicata alle molteplici sfaccettature del rapporto tra calcio e moda: terzo episodio del progetto che lega la FondazionePitti Immagine Discovery e il Museo della Moda di Palazzo Pitti, che questa volta si svolge nel Complesso di Santa Maria Novella e che si apre il giorno 12 giugno.

 

Il programma della manifestazione prevede anche la celebrazione dei 70 anni di Herno con il progetto Library, alla Leopolda, dal 12 al 14 giugno, dove andranno in scena emozioni, oggetti e testimonianze che hanno fatto la storia del brand. In tema di anniversari, Lardini festeggia i 40 anni con un evento in Fortezza: una colazione che sarà anche una full immersion nel mondo dei fiori colorati, simbolo della label.

 

Il percorso prosegue con l'inaugurazione di due nuove sale nella Gucci Garden Galleria, il lancio della prima collezione del Moncler Genius Project, ossia la capsulefirmata da Hiroshi Fujiwara che viene presentata il 13, e con lo showcase di Mcm, presente sia in Fortezza alla Sala dell'Orologio e sia alla Dogana, il 13 giugno, con uno show immersivo. Di particolare interesse sarà l'evento di Cos con la capsule Soma, che segna un evoluzione del marchio da un approccio fast fashion a una visione più legata al prêt-à-porter.

 

Da non mancare l'appuntamento con Birkenstock, che a Firenze porta una sfilata-showcase al Giardino Torrigiani il 13 giugno con la consulenza di Rick Owens per la parte moda, e la doppietta di inaugurazioni di Armani in via Tornabuoni e Scervino in via Strozzi.

 

Da segnare in agenda,infine, i due appuntamenti di Marangoni con il menswear (l'11 e il 14 giugno), la sfilata del Polimoda il 12 giugno alla Manifattura Tabacchi, futura sede della scuola di moda, il fashion show del marchio giapponese Bed j.w. Ford e l'installazione di Federico Curradi in un palazzo nobiliare il 14 giugno.

 

stats