a milano

White Man and Woman: il salone cresce del 15% e raddoppia l'area donna

Il format varato lo scorso giugno, con la combinazione di collezioni maschili e femminili, fa il bis e alza l'asticella: il prossimo White Man and Woman, di scena dal 16 al 18 gennaio, porta in via Tortona 27 e 54 circa 230 brand, in crescita del 15% rispetto all'ultima edizione. Raddoppia l'area Only Woman, con oltre 40 marchi.

 

Un'evoluzione che, secondo gli organizzatori della manifestazione, dimostra la crescente importanza delle pre-collezioni, che costituiscono un'importante percentuale del fatturato nel sistema moda: «White Man and Woman mette in scena, durante le due fashion week uomo, una selezione di aziende che sono già pronte a presentare anche la donna - spiega Massimiliano Bizzi, fondatore di White -. La crescita della sezione Only Woman e delle diverse aree speciali dedicate al womenswear danno importanti conferme a una strategia volta a mixare aziende medio-grandi con le pre-collezioni e una selezione tra le migliori label di ricerca».

 

Con una superficie allestita di 13mila metri quadri, l'evento di via Tortona 27 (Superstudio) e 54 (spazio ex Ansaldo) per la prima volta arriverà a occupare i due piani dell'ex Ansaldo, con l'area Only Woman in espansione, grazie a marchi come Mes Demoiselles, Callens, Maurizio Pecoraro, Cacharel e North Sails, per citarne alcuni.

 

Tra le novità del salone spicca una nuova sezione, «che noi abbiamo chiamato ironicamente Sportswear», racconta Bizzi, con una selezione di marchi che traggono ispirazione dal mondo active, ma declinati in chiave urban-contemporary per un uso quotidiano. Qualche nome: Casbia, Nonconformist, Les Geometries, LC23 e Losers.

 

Cresce inoltre il progetto Wow by Highsnobiety, che si arricchisce grazie alla collaborazione con LuisaViaRoma: protagonisti a White Man and Woman saranno un gruppo di designer selezionati da White in tandem con Highsnobiety (piattaforma online di riferimento per il mondo streetwear & lifestyle con oltre 5 milioni di visitatori) e dall'iconico concept store fiorentino, che avranno poi la possibilità di realizzare uno speciale approfondimento editoriale, condiviso sui social, e avere una forte visibilità on-offline.

 

Sotto i riflettori al prossimo White Man and Woman anche il progetto formativo "La tradizione, il Valore, Il Bello. Training and Show", che porterà in via Tortona 27 im gruppo di 16 piccole aziende artigiane.

 

Si tratta di un'iniziativa cogestita da M.Seventy e da Cna Federmoda, che lo scorso 21 maggio hanno siglato un accordo di affiliazione per creare nuove opportunità per le imprese artigiane del settore. Le 16 aziende, scelte su 50 domande pervenute, hanno condiviso un percorso formativo nella sede di Cna Lombardia, mirato ad approfondire temi utili alla definizione e alla cresciata di un marchio fashion, dalle tendenze alla distribuzione, dalla comunicazione alla gestione dei social media (nella foto, la conferenza stampa di stamattina a Palazzo Marino: da sinistra, Brenda Bellei, a.d. di M.Seventy, l'assessore Mauro Parolini, Regione Lombardia, Massimiliano Bizzi, l'assessore Cristina Tajani, Comune di Milano, Mario Dell'Oglio, presidente Camera Buyer, Nicolas De Contades, founder GarpArt, e Maurizio Miri, designer dell'omonimo brand).

 

stats