A Milano di scena le culture street

WSM: domani opening al Superstudio Più con Dario Galli

È atteso anche Dario Galli, vice ministro dello Sviluppo Economico, all’inaugurazione della nuova edizione di White Street Market.

L’appuntamento business & consumer dedicato alle culture street (moda, ma anche  sostenibilità, streetwear, sportswear, arte, musica, food e intrattenimento), patrocinato dal Comune di Milano, è appena stato ribattezzato con l’acronimo WSM per la sua terza edizione.

La partenza ufficiale è sabato 15 giugno al Superstudio Più di via Tortona 27, con una serie di interventi previsti dalle 12.

Oltre a Galli, è attesa la partecipazione di Giorgio Merletti (presidente nazionale Confartigianato Imprese), Ferdinando Fiore (dirigente Beni di Consumo dell’Ice), Cristina Tajani (assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive, Moda e Design del Comune di Milano), Giuseppe Mazzarella (delegato all’Internazionalizzazione di Confartigianato Imprese e consigliere cda Ice), Fabio Pietrella (presidente di Confartigianato Imprese Moda), Maria Teresa Pisani (Economic Cooperation and Trade Division, United Nation Economic Commission for Europe), Mario Boselli (presidente onorario Camera Nazionale Della Moda Italiana), Marina Spadafora (country coordinator di Fashion Revolution Italia); Matteo Ward (art director Give A Fok-us Water). Inoltre parteciperanno funzionari del Consolato Generale dei Paesi Bassi.

A moderare sarà Marc Sondermann, direttore Fashion, fashionmagazine.it ed eBusiness.

Tra il 15 e il 17 giugno sono inoltre in programma 50 attività tra happening, presentazioni, workshop e 14 momenti di discussione nell’area talk.

Converse, Foot Locker, Fila, Vivienne Westwood, Freitag sono tra i protagonisti insieme a fashion label come Wråd, Venividivici, Enclave Monarchy, Movitra, Ottomondi e Simon Cracker.

Come nelle precedenti edizioni, WSM è sviluppato con Probeat Agency e nss factory (nella foto, un momento dell'appuntamento di gennaio 2019).

e.f.
stats