a partire da fine giugno

Pitti Immagine: ecco le date dei saloni fisici estivi

Ripartono in versione fisica i saloni organizzati a Firenze da Pitti Immagine. Si inizia con Pitti Filati, dal 28 al 30 giugno alla Leopolda, e si prosegue dal 30 giugno al 2 luglio in Fortezza da Basso con Pitti Uomo e Pitti Bimbo, per poi tornare alla Leopolda dal 17 al 19 settembre, in occasione di Fragranze.

«Siamo consapevoli delle responsabilità che, tornando per primi al formato fisico delle fiere, abbiamo nei confronti dell'interno settore moda e delle istituzioni (Governo, Agenzia Ice, Comune di Firenze, Regione Toscana e associazioni imprenditoriali), che ci hanno mostrato grande fiducia e considerazione - spiega Claudio Marenzi, presidente di Pitti Immagine -. È per questo che l'intera struttura sta lavorando senza sosta per organizzare i saloni, con la massima partecipazione possibile di espositori, compratori e giornalisti».

In termini qualitativi e di vivacità, precisa Marenzi, «saremo all'altezza dello standard di Pitti e delle aspettative delle aziende. Pensando a Pitti Uomo, sarà una 100esima edizione nel segno della concretezza e dell'orgoglio».

«Queste nuove date - interviene l'a.d. Raffaello Napoleone - sono anche il frutto di un approfondito confronto con le organizzazioni internazionali dei grandi appuntamenti di moda e, in particolare, con il sistema italiano, incluse le rassegne dei prodotti tessili, in modo di evitare sovrapposizioni e costruire un calendario con una logica di mercato».

Napoleone conferma che la durata di Pitti Uomo sarà di tre giorni anziché quattro, «per far sì che gli espositori ottimizzino tempi e spese, offrendo loro soluzioni allestitive di qualità a costi ragionevoli. Valorizzeremo inoltre la Fortezza da Basso per il programma di eventi, dove saranno protagonisti gli stessi espositori, oltre a una selezione di progetti speciali dedicati alla ricerca moda, alle nuove generazioni e al tema della sostenibilità».

Per i Filati «la sede della Stazione Leopolda è molto adatta a un allestimento innovativo sul piano funzionale, estetico e sostenibile: la combinazione giusta per un periodo extra ordinario sotto tutti i punti di vista».

Sicurezza, razionalizzazione e integrazione sono le parole chiave dei prossimi eventi by Pitti Immagine. Lo ribadisce il direttore generale, Agostino Poletto, consapevole che «tutti gli operatori chiedono innanzitutto garanzie proprio sulla sicurezza, un punto sul quale possiamo garantire di essere già preparati». 

Pitti Immagine «si sta coordinando con i soggetti pubblici (Comune, Regione, Ministeri) e privati (vettori, aeroporti, stazioni, alberghi, esercizi commerciali, eccetera), coinvolti nell'attività fieristica complessiva - informa Poletto - in modo da monitorare e gestire ogni fase del processo, dal viaggio all'arrivo in città, dall'accesso alle sedi espositive al percorso nei padiglioni, fino alla fruizione dei servizi».

In quest'ottica si è scelto di tenere negli stessi giorni le manifestazioni del menswear e del childrenswear, «che pensiamo possa trarre vantaggio dalla contemporaneità. Lo spostamento di date in avanti, tra fine giugno e inizio luglio - conclude l'a.d. - si è reso indispensabile per dare il tempo alle aziende di ricalibrare i piani e guadagnare ulteriori due settimane per la stabilizzazione sanitaria, rendendo in parallelo necessaria una revisione nella collocazione di Taste, di cui nei prossimi giorni annunceremo le nuove deadline». 

Agostino Poletto tiene a precisare che tornare in presenza non significa accantonare l'online. «L'intero ciclo estivo - anticipa - sarà caratterizzato da una forte integrazione tra il formato fisico e quello digitale, cercando di sfruttare tutte le possibilità di ampiezza e profondità del servizio che insieme offrono. Il lavoro commerciale (Pitti Connect) ed editoriale svolto nell'ultimo anno sulla nostra piattaforma online ha dato ottimi risultati e intendiamo proseguire su questa strada: il digitale aprirà in anticipo rispetto al fisico e resterà attivo per tutta l'estate».

Nella foto, una delle passate edizioni di Pitti Uomo

a.b.
stats