A partire dal 31 maggio

Anche Benetton scende nell'arena del resale con Depop

Anche Benetton sposa le logiche del resale e per questo si allea con la app di moda pre-loved Depop. Grazie all'intesa, i venditori Depop di Stati Uniti e Regno Unito, che possono contare su un'ampia audience sui social, hanno curato una collezione di pezzi rari e vintage del marchio, disponibili worldwide a partire da oggi 31 maggio.

Nel Regno Unito la collezione comprende 60 pezzi e spazia attraverso gli archivi degli anni '80 e '90, con capi da uomo, donna e accessori che enfatizzano il dna eclettico del marchio e l'importanza del colore nelle sue creazioni. Gli articoli sono affidati ai rivenditori @HMSVintage, @AreaEighteen, @Thrifty_Towel, @happydais e @campervanvintage, tutti specializzati in abbigliamento di seconda mano e vintage.

Negli Stati Uniti i prodotti Benetton sono stati scelti da 15 venditori Depop, tra cui @nostalgic_threadz, @throwbacksvintage, @thegrungedoll, @mineclothingshop e @heynicholevintage.

«Grazie al modello di Depop per lo shopping di capi usati, elemento fondamentale per la moda sostenibile, anche Benetton entra nel circuito in modo contemporaneo e originale. I nostri capi vintage hanno fatto la storia: ora acquistano una seconda vita grazie a Depop, che condivide con noi il linguaggio creativo e i valori essenziali: diversità, inclusione e sostenibilità», spiega Massimo Renon, amministratore delegato del gruppo di Ponzano Veneto.

«La collaborazione con Benetton conferma la nostra intenzione di lavorare con brand basati su un forte senso di comunità e che condividono i nostri valori - è il commento di Steve Dool, global head of brand partnerships di Depop -. Nel tempo, Benetton si è conquistato la reputazione di brand che sfida lo status quo e promuove l'inclusione nelle sue campagne creative. Questo lo collega direttamente al punto di vista di Depop».

L'app di moda circolare conta oggi su 27 milioni di utenti registrati in 147 Paesi. Ha la sua base operativa a Londra, Regno Unito e sedi a New York e Los Angeles.

c.me.
stats