A settembre 2019

White Milano: a Basement e Inside la creatività è di casa

Conto alla rovescia per il salone italiano del ready to wear White Milano, che porterà la moda alla ribalta in zona Tortona dal 19 al 22 settembre. Sono molti gli appuntamenti e le aree tematiche specifiche, tra cui i due hub Basement e Inside, punti di riferimento per gli insider worldwide.

Grazie allo scouting internazionale della rassegna, patrocinato dal Comune di Milano, viene dato spazio alle collezioni innovative al Basement, mentre nell’hub Inside viene dedicata un’intera area ai giovani talenti del fashion design con lo scopo di favorirne la connessione con i top buyer di riferimento.

Non solo una vetrina espositiva, ma anche un’opportunità per i brand di ampliare il proprio business attraverso il networking, White accoglie sia etichette già consolidate nelle precedenti edizioni, sia marchi che muovono i primi passi nell’hub milanese come le label inglesi Gayeon Lee e Cunnington & Sanderson e il brand artigianale Çaplait di Usman Manzoor, che per le sue calzature prende a modello la classica scarpa indossata dagli uomini pakistani del Peshawari.

Parlando di tradizione e lavorazione minuziosa dei materiali, all’appuntamento di settembre saranno preseti anche la new entry “art and craft” Pipatchara, che usa la tecnica del macramé per decorare borse rigorosamente hand made disegnate dalle sorelle Pipatchara e Jittrinee, e le collezioni estive dalla vestibilità over di Agarw-Ūd, correlate al tema del viaggio.

Al salone saranno presenti altri highlight: Orequo, che fonde artigianalità e qualità nelle sue linee, e Nu Official, che porta il mondo casual formale della Turchia direttamente nella grande Milano.

Non mancheranno all’appuntamento, grazie a Fashionavant Showroom, anche label dell’avanguardia estone, come August della designer Äli Kargoja, nota per il mix di materiali naturali e design innovativo, mentre dal Belgio arriva l’etichetta inspired by tennis, Vieux Jeu.

Particolare attenzione sull’innovazione, che per questa edizione vede protagonista il brand Souvenirs du Futur, con i suoi accessori in tessuti high tech (come l’isolante isotermico) o in fibre impermeabili metallizzate. Direttamente dal Nord Europa, la startup di calzature Arteana, di Veselina Chebanova e Mikkel Bjødstrup, porta in scena una moda etica e sostenibile attraverso partnership produttive trasparenti e ugualitarie.

In ottica tecnologica, al White Milano sarà esposto anche il progetto creativo 2.0 di Ozgun Ozcan che, grazie all’ausilio di dispositivi avanguardistici, ha dato il via alla produzione di borse eccentriche e ricercate firmate Ozy Milano.


(Nella foto, un look della collezione Cunninghton & Sanderson)

c.bo.
stats