AD ALTO TASSO GREEN

Primo progetto architettonico per Karl Lagerfeld: al via cinque ville di lusso in Spagna

Primo progetto architettonico di lusso per Karl Lagerfeld, che in sintonia con il grande interesse del fondatore del brand per il design sta creando cinque esclusive ville di lusso, ispirate ai principi dell’eco-sostenibilità.

Battezzate Karl Lagerfeld Villas, si trovano a Marbella, in Spagna, e sono il frutto della collaborazione con il costruttore spagnolo Sierra Blanca Estates, mentre la direzione creativa, il branding e il design sono stati portati avanti con il supporto di The One Atelier, specializzato in branded real estate.

«Siamo entusiasti di vedere la visione di Karl, basata sul lusso disinvolto e la passione per l’architettura, prendere forma in questo progetto residenziale senza precedenti – dichiara il ceo Pier Paolo Righi -. Queste ville non solo segnano l’entusiasmante espansione nel mondo dei progetti residenziali da parte di Karl Lagerfeld, ma incarnano anche gli elevati standard di sostenibilità a cui punta il brand».

I principi di design del progetto offrono infatti una costruzione a basse emissioni di anidride carbonica. Il paesaggio generale che domina l’area costruttiva fungerà da “polmone” del masterplan, mentre la costruzione delle ville farà ricorso a strutture miste di legno e materiali innovativi altamente isolanti.

Le unità residenziali – che in totale occupano una superficie di 9.670 metri quadri - saranno orientate in modo da ottimizzare la massima esposizione possibile al sole e al paesaggio. Sebbene ogni villa abbia la propria forma unica, tutte seguono il principio che immagina le aree giorno ubicate a piano terra, trasparente e luminoso, protette dalle radiazioni.

Leggere depressioni nel terreno sono utilizzate per proteggere queste aree, mentre le aree notte al primo piano hanno un sistema di modulazione delle finestre che permette una costante “zona verde aperta” che funge da filtro per luce e calore.

Le caratteristiche tipologiche del progetto includono ampie porzioni di tetti verdi e patii che permettono alla villa di “respirare” naturalmente, mentre i pannelli solari aiutano ad alimentare il consumo di energia.

I sistemi meccanici usano invece energia geotermica, e non mancherà la domotica per gestire e controllare ulteriori consumi energetici. Inoltre verrà installato un serbatoio di recupero delle acque piovane per promuovere esigenze circolari che verranno implementate in specchi d’acqua, piscine, tetti verdi, oltre al sistema d’irrigazione.

A completamento del progetto verranno anche piantati 300-350 alberi, apportando un contributo alla biodiversità e riducendo le emissioni di Co2 nell’area secondo una nuova strategia di riforestazione urbana.

Inoltre, verranno costruite oltre 2 chilometri di piste ciclabili per collegare il sito al mare, offrendo alla città un contributo alla sua strategia di pianificazione lenta, con l’obiettivo di incoraggiare la mobilità alternativa nelle aree più esclusive.

Un ultimo tema strategico inerente il masterplan riguarda l’acqua. Un corso d’acqua che scorre da Nord a Sud attraversa l’intera proprietà delle ville e crea un ambiente umido ideale per sviluppare un microclima speciale.

a.t.
stats