al national exhibition & convention center

Chic Shanghai sarà in presenza dal 17 al 19 marzo

La prossima edizione di Chic Shanghai, in programma dal 17 al 19 marzo, non sarà solo digitale (attraverso la piattaforma Chic Online e la app, al centro di un upgrading) ma soprattutto fisica.

Spostando leggermente le date, inizlamente previste dal 10 al 12 del mese, a causa delle regole per il controllo della pandemia, gli organizzatori scommettono dunque su un evento in presenza al National Exhibition & Convention Center, con la partecipazione di 905 espositori e 932 brand.

Sono attesi circa 95mila visitatori, che si andranno ad aggiungere agli addetti ai lavori impegnati a seguire la manifestazione online. Da notare che da aprile dello scorso anno il portale della manifestazione e i live streaming hanno totalizzato una media di 150mila click per ogni show.

In omaggio alla sostenibilità, e proiettandosi nel 2060 quando la Cina dovrebbe diventare climate neutral, il concept del salone si ispira a un Chic Garden, realizzato in collaborazione con alcuni esperti in garden design per ospitare le dieci sezioni: Chic Men's, Chic Women's, Chic Impulses (con un focus sui designer), Chic Young Blood (streetwear), Chic Kidz (moda bimbo), Chic Accessories, Shoes and Bags, Chic Tailoring, Chic Winter's (pellicceria e abbigliamento in pelle), Chic Sourcing-Superior Factory/Denim Chic Sourcing/Future Link (innovazioni per il fashion e il retail). Le sneaker artistiche sono protagoniste di Chic Wonderland, co-organizzato con Img.

Ad affiancare il salone un programma di seminari e sfilate, realizzati con formule ibride. Quanto al calendario dei prossimi mesi, la prossima sessione di Chic Shanghai si svolgerà eccezionalmente in agosto (dal 25 al 27), mentre dal 3 al 5 novembre si accenderanno i riflettori su Chic Shenzhen, nella Greater Bay Area. Per entrambe le kermesse gli organizzatori contano sull'adesione di gruppi di espositori internazionali: in particolare, a Shanghai sono attesi italiani, francesi, turchi, coreani e giapponesi.

In un comunicato, i portavoce di Chic forniscono alcuni dati sul mercato cinese. Nel quarto trimestre 2020 sono stati recuperati i livelli pre-crisi, con una crescita del 6,5%. McKinsey prospetta per il 2021 un incremento delle vendite tra il +5% e il +10% rispetto al 2019. 

L'anno scorso, inoltre, le entrate pro capite dei cinesi sono aumentate del 3,8%. Molti di loro - per l'esattezza oltre 830 milioni di persone - hanno comprato online e, infatti, nel 2020 l'e-commerce nel Paese asiatico si è confermato il primo al mondo per l'ottavo anno consecutivo.


a.b.
stats