AL VIA L'87ESIMA EDIZIONE

Micam schiera 1.300 espositori e con Plug-Mi va alla conquista dei Millennials

Scalda i motori, Micam, in vista della prossima edizione, in agenda a Rho Fiera Milano (in concomitanza con Mipel) dal 10 al 13 febbraio, espressione di un comparto che in Italia vale oltre 14 miliardi di euro, occupa 76.600 addetti ed esporta l'85% della produzione.

Attesi oltre 1.300 espositori, di cui 716 italiani e 588 stranieri, che su una superficie di oltre 60mila metri quadri presenteranno le collezioni autunno-inverno 2019/2020.

Tra le novità di punta la presentazione di un nuovo progetto, che partirà il prossimo settembre: si tratta di Plug-Mi. The Sneakers Culture Experience, un nuovo format completamente B2C - organizzato da Fandango Club in collaborazione con Micam e Fiera Milano -  dedicato al mondo delle sneaker e rivolto ai Millennials, promotori delle nuove abitudini di consumo.

«Tra sport e produttori di calzature c’è uno scambio continuo di suggestioni: dallo sport emergono esigenze, sfide e opportunità che i calzaturieri trasformano in modelli performanti e con grande contenuto moda - dice Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici -. Per questo, all'interno del padiglione 7 non poteva mancare uno spazio per riflettere insieme sul ruolo che le calzature sportive per eccellenza, le sneaker, rappresentano oggi per il settore e per i clienti finali: un vero e proprio laboratorio di idee per scoprire come nascono mode e tendenze e quali caratteristiche possono fare di una calzatura sportiva un cult».

Del resto, quella delle sneaker, non è una passione di nicchia: nel 2017 in Italia ne sono state acquistate 26,9 milioni di paia, per 1.245,4 milioni di euro al dettaglio (dati Centro Studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici) e si stima che il mercato globale delle di questa categoria di calzature possa raggiungere un valore di 115,6 miliardi di dollari nel 2023.

Tornando alla fiera, al padiglione 4 ci sarà il corner dedicato agli Emerging Designer. In quest’area 12 talenti nazionali e internazionali, selezionati da una giuria di esperti nel settore moda e comunicazione, presenteranno le loro collezioni all’interno di altrettante architetture espositive sostenibili. Si tratta di Anna Baiguera, Maison Ernest, Adult, Annie Gestroemi, Marie Weber, Seven all around, Balluta, Panafrica, Paolo Ronga, Me.Land, Andrea Mondin e King Ping.

Per contribuire a dare slancio alle nuove imprese che si affacciano sui mercati internazionali, nello spazio Young Italian Emerging Designers Around The World a cura di Ice (Fashion Square, padiglione 1), verranno esposte invece dieci paia di calzature di aziende emergenti.

a.t.
stats