al workshop organizzato con ischia is more

Stefano Rizzi (Global Blue): «La soglia per usufruire dei servizi Tax Free va abbassata»

Rivedere al ribasso la soglia per usufruire dei servizi Tax Free è una delle leve per favorire la ripresa di un settore vitale per il sistema italiano, il turismo, fortemente penalizzato dalla crisi pandemica.

Lo ha ribadito Stefano Rizzi, country manager di Global Blue Italia, nel corso del workshop Turismo e retail, connubio strategico per il rilancio di una destinazione: un evento organizzato dalla stessa Global Blue, società leader nel Tax Free Shopping, insieme al consorzio di imprenditori Ischia Is More.

«Il Tax Free Shopping - ha sottolineato Rizzi - ha registrato un calo del fatturato del 95% da inizio pandemia. Un risultato negativo che dimostra come il comparto del turismo, che prima del Covid valeva il 13% del Pil italiano, sia stato uno dei più duramente colpiti dai limiti imposti dalle istituzioni».

«Per favorire la ripartenza - ha proseguito - bisogna saper coniugare sicurezza e attrattività. La revisione al ribasso della soglia per accedere ai servizi Tax Free, la più alta in Europa, è una priorità. Se vogliamo che il turista internazionale scelga la Penisola quale meta di viaggio e dei propri acquisti, è questa l'unica strada da percorrere. Il rischio, se non si prende questo provvedimento, è che i turisti scelgano altri Paesi per pernottamenti più lunghi e per fare shopping. Dobbiamo fare presto, a maggior ragione oggi che possiamo contare su un bacino nuovo, i cittadini britannici, ormai considerati extra Ue».

Antonella Bertossi, partner relationship & marketing manager di Global Blue Italia, ha fatto il punto sull'andamento del Tax Free Shopping nel trimestre giugno-agosto 2021. «C'è stata una lieve ripresa del turismo internazionale in Italia - ha affermato -. In particolare, gli acquisti Tax Free sono stati trainati da nuove nazionalità».

I turisti americani sono diventati il primo Paese, con il 44% delle vendite totali in Italia (nello stesso periodo del 2019 non andavano oltre il 26%). In seconda posizione si sono piazzati i viaggiatori provenienti dalle nazioni del Golfo, con un balzo dal 5% all'11%. Terzi i russi, ma in forte diminuzione, dal 21% all'11%.

Essendo il suo intervento inserito in un summit dedicato alla Campania e in particolare a Ischia, Bertossi si è focalizzata sulle performance trimestrali del Sud Italia, decisamente positive: lo scontrino medio è aumentato del 73% in Campania e Sicilia rispetto allo stesso quarter di due anni fa e la percentuale di recovery in termini di Tax Free Shopping nella regione governata da De Luca si è attestata al 30% sul 2019, grazie anche al 34% di Capri e al 13% di Napoli e Ischia.

Moderato dal giornalista di Repubblica Pasquale Raicaldo, il workshop ha visto anche la partecipazione di Giorgio Palmuzzi (presidente di Enit), Marco Malacrida (direttore di Str Italia) e, protagonisti di una tavola rotonda, Michele Sambaldi (presidente di Ischia Is More), Antonio de Matteis (ceo di Kiton), Marco Inzerillo (owner di Inzerillo.it e presidente Histores), Pietro Scaglione (delegato Ischia Is More).


a.b.
stats