Vasta gamma di brand del lusso

Riapre a New York Century 21: stessa location a Ground Zero e nuovo logo per la mecca dell’off-price

Il leggendario negozio off-price di New York Century 21 ha riaperto il flagship store di Ground Zero, chiuso dopo aver presentato istanza di fallimento nel 2020 durante la pandemia di Covid-19.

Il grande magazzino è ripartito con il supporto di Legends, società responsabile di operazioni di retail e hospitality di alcuni degli edifici storici newyorkesi, anche se la famiglia Gindi, che ha fondato l'insegna 60 anni fa, continuerà a guidarla negli Stati Uniti e nella sua espansione internazionale.

Century 21 ha vestito, oltre al cast di Sex and the City, anche quelli de Il Diavolo Veste Prada, Ugly Betty e Adventures of a Shopaholic: la costumista Patricia Field era infatti una fedelissima del paradiso newyorkese delle griffe a prezzo scontato.

Il nuovo store - che vende, come in passato, abbigliamento uomo, donna e bambino, calzature, accessori e beauty a prezzi ridotti - è però più piccolo: occupa infatti solo quattro piani, contro i sette della location originaria di Cortlandt Street alle spalle della Freedom Tower.

Con il rilancio il punto vendita ha anche rinominato il proprio logo; invece di Century 21 Department Stores, ora è Century 21 Nyc. Prima della chiusura Century 21 contava 13 negozi, per lo più a New York e nell'area metropolitana, che davano lavoro a 1.400 dipendenti.

La riapertura è stata martedì scorso, con un’offerta di marchi del lusso molto varia. Sul piano donna spiccano outfit di griffe come Stella McCartney, Moschino, Victoria Beckham e Versace, mentre la sezione uomo punta su Calvin Klein, Dior, Off-White e Balenciaga. Nelle calzature è possibile trovare brand best seller come Bottega Veneta, mentre tra le borse vintage non mancano alcuni pezzi di Chanel e Louis Vuitton.

Ma la gamma di marchi e designer di lusso è davvero vasta e include anche Kenzo, Chloé, Fendi, Givenchy e Halston. Nei piani anche il rilancio dell’e-commerce.

an.bi.
stats