Altre 40 boutique all’orizzonte

FoxTown: ottimismo dopo il +19% del 2021

Il factory store FoxTown di Mendrisio chiude il 2021 con una crescita del fatturato del 19%. Un risultato che fa ben sperare per il 2022 e che porta il management a ipotizzare una decisa ripresa nel 2023.

Il trend dello scorso anno è stato sostenuto da un ritorno degli acquisti di proposte di lusso, mentre il 2020 sarà ricordato per un’impennata dei prodotti per l’outdoor, lo sport e la casa. Ad alimentare le vendite è stata soprattutto la clientela proveniente dalla Svizzera tedesca e francese, ma anche il pubblico locale e i residenti nelle vicine regioni di confine. Nel 2021 l’aumento delle presenze (+8,5%) e dello scontrino medio (+3%) hanno mitigato gli effetti dell’assenza di mercati importanti come quello asiatico.

«La sostenibilità, la solidarietà e il rispetto per collaboratori e clienti ci hanno ispirato a sostenere nuove politiche e attivare nuovi servizi, come lo Shopping da Casa - commenta Giorgia Tarchini Gygax, direttrice di FoxTown -. Il loro riscontro e la loro fedeltà verso il nostro centro ci hanno ridato fiducia e voglia di offrire sempre di più. Per questo motivo entro aprile 2022 apriremo una nuova ala di FoxTown: un progetto firmato dall’architetto Mario Botta, che ospiterà 40 nuovi negozi e sarà collegata direttamente sarà collegata direttamente alla stazione ferroviaria di Mendrisio San Martino».

Il nuovo corpo del FoxTown, che valorizza un edificio già esistente accanto alla stazione,

sarà inaugurato ufficialmente in marzo. L’allestimento interno è realizzato anche con legname post Vaia, la tempesta abbattutasi nel Nord-Est nell’ottobre del 2018.

e.f.
stats