anteprime

Cast di colore per il calendario Pirelli di Tim Walker

Tim Walker è conosciuto per i suoi scatti onirici e visionari, che evocano paesaggi fiabeschi. E anche per The Cal 2018, l'iconico calendario Pirelli, non si smentisce, ispirandosi al classico di Lewis Carroll, Alice nel Paese delle meraviglie, e arruolando un cast quasi total black, tra cui Naomi Campbell.

 

La presentazione ufficiale sarà il prossimo 10 novembre nel tradizionale gala nella Grande Mela, ma intanto filtrano le prime immagini di backstage del lavoro di Walker, che si aggiunge alla lunga lista di fotografi top avvicendatisi dietro l'obbiettivo di The Cal, tra cui Peter Lindbergh (2017), Annie Leibovitz (2016) e Steven Meisel (2015).

 

Modelle e modelli vestiti (almeno nei primi scatti disponibili realizzati da Alessandro Scotti), che come minimo comune denominatore hanno il colore della pelle: la veterana Naomi Campbell, che interpreta una decapitatrice sexy fasciata in lattice e con pettinatura a caschetto, la modella australo-sudanese Duckie Thot, Whoopy Gooldberg, il rapper Puff Daddy, la drag queen Ru Paul, l'attrice Lupita  Nyong'o e la cantante hip hop Lyl Yachty.

 

Tim Walker, che dice di essersi appassionato al libro di Carroll quando era bambino, ricrea ambientazioni fantastiche ispirate all'universo immaginifico di Alice, con cappellai matti, lepri che saltano, carte da gioco che governano il mondo: un «escapismo», come lo chiama il fotografo, che permette di astrarsi dalla realtà e rifugiarsi nella fantasia. «Si tratta di una fuga in termini astratti - ha precisato -. Conosciamo tutti il mondo difficile in cui viviamo. Avere spazi di sollievo è essenziale per l'uomo».

 

Classe 1970, Tim Walker, dopo la laurea nel 1994, è stato allievo di Richard Avedon e oggi le sue foto sono nelle collezioni permanenti del Victoria & Albert Museum.

 

Numerosi i riconoscimenti: l'Isabella Blow Award for Fashion Creator dal British Fashion Council (2008), l'Infinity Award dall'International Center of Photography (2009) e la Honorary Fellowship della Royal Photographic Society (2012). 

 

Nel 2010 debutta come regista e presenta il suo primo short film, The lost explorer, premiato prima al Locarno Film Festival e, nel 2011, al Chicago United Film Festival.

 

stats