anteprime

Cosmoprof: focus sui Millennials e le sfide digitali. Al via l'area per la cosmesi halal

Il gotha internazionale del beauty si dàappuntamento a Bologna, dal 18 al 21 marzo, per il 49esimo Cosmoprof, che schiera oltre 2.500 espositori (+5%), per il 73% esteri. Riflettori puntati su un settore che vale oltre 9.700 milioni di euro, chiamato a nuove scommesse, nel prodotto e nelle strategie. Al via l'area per la cosmesi halal.

 

Il comparto si prepara a una nuova edizione del salone - che andrà in scena in concomitanza con il Cosmopack, dedicato all'innovazione (dal 17 al 21 marzo) - forte di numeri in crescita: «Nel 2015 - spiega Fabio Rossello, presidente di Cosmetica Italia (nella foto) - abbiamo registrato un dato record per il saldo commerciale, che ha superato i 1.900 milioni di euro, grazie allo sviluppo costante dell'export, vicino ai 3.700 milioni di euro e in aumento del 10,5% rispetto al 2014».

 

Dati positivi, frutto dell'apertura alle nuove istanze dai consumatori: «L'elevata competitività delle imprese italiane, con un fatturato globale che nel 2015 ha toccato i 9.700 milioni di euro - continua Rossello - è data dalla capacità di intercettare e comprendere le evoluzioni del mercato: dai nuovi trend di prodotto, come il boom dei cosmetici multifunzione, all'individuazione di importanti cluster di consumatori come i Millennials, fino all'intercettazione delle nuove possibilità offerte da strumenti digitali e social network».

 

Approfondimenti su questi temi faranno da corollario all'edizione alle porte: "Tra ragione e sentimento: i linguaggi della cosmetica"è il titolo dell’evento promosso dall'area tecnico-normativa di Cosmetica Italia, che nella giornata inaugurale (venerdì 18 marzo), presso il Palazzo Congressi (9.30/13.30), proporrà una riflessione sui linguaggi utilizzati nella comunicazione legata ai cosmetici.

 

Sarà invece il Centro Studi di Cosmetica Italia a coordinare diverse analisi sui dati economici del comparto. «Accanto all’ormai consueta presentazione de "I numeri della cosmetica" e al contributo di Mintel nell’esplorazione dei principali trend in ambito cosmetico - ha commentato Gian Andrea Positano, responsabile Centro Studi Cosmetica Italia - l’intervento di alcuni partner quali Amazon e Netcomm permetterà di analizzare l’impatto di web e strumenti digitali sulle dinamiche del settore».

 

Inoltre, tra i focus sui singoli canali, il Gruppo Cosmetici Erboristeria proporrà, sabato 19 marzo (ore 10.30, presso Lounge Cosmetica Italia), il convegno "Il consumatore globale dei cosmetici di derivazione naturale", con interventi a cura del Centro Studi e Alias.

 

Anche Camera Italiana dell’Acconciatura conferma la propria presenza con l’Hair Ring, riservato alle esibizioni dei giovani acconciatori under 25 e il convegno "L’evoluzione della professione acconciatore: sinergie tra numeri, formazione, normative e trend", in programma lunedì 21 marzo alle ore 11 (Lounge Cosmetica Italia). Non mancherà inoltre il Barber Show, esibizione riservata a una selezione di acconciatori eccellenti under 30 (lunedì 21 marzo, all’interno di Hair Ring).

 

Novità di quest'anno, il progetto "Halal beauty care and Spa", con un'area dedicata ai produttori certificati secondo le norme di fabbricazione volute dalla religione musulmana. I cosmetici halal  ("leciti" in arabo) - un segmento in forte crescita - hanno regole precise: devono essere naturali, non contenere derivati animali e alcol, ed essere prodotti in modo etico e rispettoso dell'ambiente.

 

stats