bilanci

Expo Riva Schuh chiude con oltre 13mila visitatori e apre alle borse

Expo Riva Schuhha chiuso i battenti con oltre 13mila visitatori, in linea con lo scorso gennaio. Tra gli highlight, l'intervento di João Maia, direttore generale di Apiccaps (associazione nazionale portoghese dei produttori di calzature), che ha dato indicazioni sul futuro del settore. Sulla rampa di lancio il progetto Gardabags.

 

La 89esima edizione ha registrato la partecipazione di una delegazione di 26 buyer provenienti da 11 Paesi (Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Estonia, Romania, Russia, Serbia, Ungheria, Croazia e Ucraina), organizzata con il supporto di Ice-Agenzia: un'iniziativa di incoming che è il risultato della tappa svedese di Expo Riva Schuh Around the World, il tour promozionale della fiera, che toccherà nei prossimi mesi gli Stati Uniti.

 

Il talk inaugurale della manifestazione, grazie all'intervento di João Maia, direttore generale Apiccaps, e alla sua lettura dei dati emersi dal World Footwear Yearbook (pubblicazione curata dall'associazione), ha dato indicazioni di rilievo sul futuro dei diversi mercati, in primis quello statunitense, che resta uno dei principali poli di consumo di calzature a livello mondiale e ora al centro di significativi cambiamenti.

 

Le scarpe made in China, che fino a sette anni fa rappresentavano il 75% delle importazioni americane, hanno infatti perso quote importanti e ne rappresentano oggi solo il 15%.

 

Come ha spiegato Maia, si tratta di un dato strettamente legato all’aumento del prezzo medio delle calzature prodotte nell'ex Celeste Impero, che ha avuto come riflesso uno spostamento della produzione verso altri Paesi asiatici, tra cui il Vietnam, ma che consacra la Repubblica Popolare come una delle nazioni più importanti dal punto di vista degli acquisti. Un'evoluzione che apre interessanti prospettive di vendita anche per le aziende europee e la loro produzione medio-alta.

 

Tra le novità della prossima edizione di Riva Expo Schuh, in agenda dal 16 al 19 giugno 2018, spicca Gardabags, un progetto dedicato agli accessori e pensato per dare una risposta concreta alla sempre crescente richiesta di soluzioni total look.

 

«Non esiste in questo momento in Europa un evento dedicato agli accessori per il segmento medio e questo progetto va appunto a colmare questo vuoto - precisa Carla Costa, responsabile dell’Area Fiere di Riva del Garda Fierecongressi-.Le nostre analisi sui visitatori del salone hanno rilevato come circa il 20% dei buyer che vengono qui a Riva del Garda acquistano anche borse. Con Gardabags vogliamo rispondere alle esigenze di questi, ma anche di altri compratori, con una proposta qualificata, che mixa produzione asiatica a prodotti di Italia, Spagna e Francia. Mi piacerebbe che Gardabags diventasse anche uno spazio per i giovani designer e per le produzioni artigianali».

 

stats