Bye Bye a Estée Lauder

Capri Holdings rafforza l’intesa con Euroitalia

Capri Holdings ha esteso di altri 15 anni la licenza concessa a EuroItalia per i profumi e i cosmetici a marchio Versace. In più ha siglato un’intesa quindicinale in esclusiva per i profumi uomo e donna a marchio Michael Kors, da molti anni in capo a Estée Lauder.

«Siamo lieti di estendere la partnership di Versace con EuroItalia, una relazione iniziata nel 2005 e che ha portato a uno dei maggiori business delle fragranze di lusso firmate al mondo», ha affermato John D. Idol, presidente e amministratore delegato di Capri Holdings. «Siamo anche entusiasti di espandere l’accordo con EuroItalia con l’inclusione di Michael Kors - ha aggiunto -. Crediamo che ci sia un grande potenziale per sviluppare e far crescere ulteriormente il business dei profumi Michael Kors».

Presieduta da Giovanni Sgariboldi, EuroItalia ha sede a Cavenago di Brianza e realizza i profumi di marchi come Moschino, Missoni e Dsquared e distribuisce in 140 Paesi (nella foto, Bella Hadid nella campagna per il nuovo profumo Dylan Turquoise di Versace). Nel 2019 ha realizzato un fatturato di 448 milioni di euro, diminuito del 10% nel 2020, su cui pesa il blocco dei viaggi  e le chiusure nel canale duty free.

Nel primo trimestre fiscale terminato il 26 giugno Capri Holdings ha messo a segno un +178% delle vendite a 1,25 miliardi di dollari. Versace, in particolare, ha registrato 240 milioni di ricavi, in crescita del 158% rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre Michael Kors ha totalizzato 871 milioni di giro d’affari (+184%). In accelerazione anche Jimmy Choo, che ha raggiunto i 142 milioni di ricavi (+178%).

Capri Holdings prevede per la fine dell’esercizio di raggiungere i 5,3 miliardi di fatturato, di cui un miliardo circa arriverà dalla maison Versace e 3,7 miliardi da Michael Kors.

Nel bilancio chiuso lo scorso marzo il turnover della holding era sceso a 4,06 miliardi di dollari, dai 5,55 miliardi del bilancio pre-pandemia.

e.f.
stats