Anche Sunnei tra i marchi in ascesa nel 2020

Tik Tok, i politici-influencer, il gender free: così cambia la moda secondo Lyst

Il vintage, Tik Tok e - ovviamente - le mascherine, ma anche i politici tornati sotto i riflettori come influencer. Sono alcune delle tendenze forti che hanno guidato orientamenti e acquisti dei consumatori nel 2020, ma molte sono destinate a proseguire anche nel 2021 come quella del gender free.

Emergono tutte dall'Year in Fashion 2020, il report annuale che analizza i fenomeni e i trend che hanno caratterizzato il settore durante un anno davvero particolare e che ha costretto il settore a reinventarsi.

Una sintesi realizzata con la banca dati di Lyst, piattaforma globale fondata a Londra nel 2010 da Chris Morton e Sebastjan Trepca, che ha incrociato e analizzato tutte le ricerche, le visualizzazioni e i parametri di vendita dei suoi 100 milioni di utenti.

Mai come nel 2020 la moda è stata sinonimo di attivismo. Dall’acquisto di prodotti creati da designer neri alla famosa collana “Vote” di Michelle Obama, gli abiti e gli accessori sono stati espressione di opinioni su tematiche sociali e politiche. Negli Stati Uniti, poi, le ricerche di parole chiave che includono il termine “vote” sono aumentate rapidamente.

Uno scenario che ha consacrato i politici come i nuovi influencer della moda, con Kamala Harris destinata a divenire la prima dei politician-influencer: ancora prima della vigilia dell'elezione a primo vicepresidente donna degli Stati Uniti d'America si era fatta notare per i suoi look che combinano Converse all-star a collane di perle. In occasione del suo primo intervento ufficiale da neo-eletta, poi, Harris ha indossato un tuxedo bianco firmato Carolina Herrera, innescando un aumento del 129% delle ricerche sui tailleur bianchi in 24 ore.

Ma attivismo a parte, il 2020 è stato l'anno del Covid e di conseguenza delle mascherine e l’industria della moda si è presto orientata anche su questa nuova categoria: le maschere viso sono state l’accessorio must have per eccellenza in tutto il mondo, con le ricerche di questo articolo in aumento del 502% su base annua. La maschera viso con logo di Off-White è stato il prodotto più desiderato, con un aumento delle ricerche del 450% tra gennaio e marzo.

Altro mega-trend dell'anno il vintage: a settembre, la moda vintage ha generato una media di oltre 35mila ricerche al mese, con un aumento del 104% di parole chiave relazionate a “seconda mano”.

Tra le parole dell'anno c'è anche Tik Tok , che anche per merito del lockdown, che ha tenuto le persone chiuse in casa e davanti al pc, è stato tra i grandi protagonisti del 2020 e la sua ascesa non sembra destinata a fermarsi neppure nel 2021.

Molti marchi hanno scelto questa piattaforma per presentare le loro collezioni e la tiktoker Charli D'Amelio (con oltre 72 milioni di follower) è al settimo posto nella top10 delle Fashion Celebrities di Lyst, che elenca 10 celebrità le cui scelte personali di moda hanno segnato i maggiori picchi nel numero di ricerche, vendite, copertura mediatica e menzioni sui social negli ultimi 12 mesi.

Quanto ai brand rivelazione, Marine Serre è quello in più rapida ascesa grazie all'endorsment di Beyoncé, seguito tra gli altri da Telfar, Fer of Good e Sunnei. Le ricerche di Sunnei sono cresciute del 108% su base annua. Dopo essere stato acquistato dal proprietario di Nanushka nel mese di settembre, è probabile che il marchio milanese assisterà a una forte espansione sia della sua attività di vendita diretta al cliente che del numero di punti vendita.

E se viene da fantasticare sul futuro, viene da chiedersi quali saranno i cinque brand da tenere d'occhio per l'anno prossimo: in base ai termini ricercati in più rapida ascesa negli ultimi sei mesi, Lyst prevede una grande annata per Brother Vellies (+23%), Paris Georgia (+25%), Chopova Lowena (+33%), Thebe Magugu (+27%) e Medea (+40%).

Il 2021 sarà l’anno dello shopping gender free come suggeriesce il successo della sezione genderless “Gucci MX” sul sito di Gucci, la linea unisex SHAPES di Converse e la nuova collezione gender neutral Ivy Park x Adidas di Beyoncé,  tutte debuttate quest’anno.

an.bi.
stats