childrenswear

Società Italia: «In arrivo a Firenze oltre 60 buyer russi»

Partner di Pitti Immagine per accogliere i buyer provenienti dall'ex Urss alle manifestazioni dell'ente fiorentino, Società Italia minimizza le ansie degli ultimi mesi sulla Russia e prevede una buona affluenza di compratori provenienti dall'area in occasione del salone del childrenswear. Si parla di oltre 60 operatori.

 

Un dato incoraggiante, se si pensa che all'ultima edizione di Pitti Bimbo, lo scorso gennaio, il calo delle presenze russe aveva toccato una percentuale pari al -40%.

 

Gli ultimi dati disponibili confermano del resto l'importanza della Russia per l'industria italiana: nel 2014, secondo l'osservatorio di Smi, questo mercato resta al primo posto tra i Paesi di sbocco per la moda infantile made in Italy, nonostante la flessione dell'export verso questo territorio pari al -6,6%. Un risultato negativo, ma migliore rispetto a quello registrato dall'intera filiera tessile-moda, che è scesa fino al -12,9%.

 

«Prevediamo la partecipazione di oltre 60 buyer provenienti da 40 differenti città della Federazione Russa, del Kazakistan, Kirghizistan, Armenia, Azerbaijan e anche dall’Ucraina», afferma Roberto Chinello, co-fondatore con Tatiana Souchtcheva di Società Italia (nella foto).

 

«C’è sempre maggiore richiesta di moda bimbo - precisa -. E non solo perché il mondo legato all’infanzia è costellato di eventi, cerimonie e feste che affollano il calendario russo più di ogni altra nazione. In forte sviluppo è proprio il canale retail dedicato a questo segmento, in particolare nelle province in cui si sta allargando la classe media con crescente potere d’acquisto».

 

Come evidenzia Chinello, stanno aprendo molteplici shopping mall e boutique multibrand con un'attenzione per i più piccoli: «Si tratta di spazi riservati non solamente alla moda, ma anche all'intrattenimento, con mini-spa per il divertimento e il benessere dei bambini».

 

Dopo Firenze, Società Italia volerà nel Principato di Monaco per partecipare alla terza edizione della MC Fashion Week,in calendario da lunedì 6 a mercoledì 8 luglio. La manifestazione - organizzata dalla Chambre Monegasque De La Mode con il supporto del Governo Monegasco, del Comune, dell’Ufficio del Turismo del Principato di Monaco e del Consolato Onorario della Federazione Russa nel Principato - quest’anno parlerà russo, per celebrare il 2015 Année Russie Monaco, grazie alla collaborazione con il Festival della Moda Russa, organizzato a Milano ogni anno da Società Italia.

 

Fra i partecipanti ci saranno designer provenienti dalla Russia, dal Kazakistan, dall'Armenia e dall’Uzbekistan: 11 talenti che si presenteranno con le collezioni della primavera-estate 2016 sulla passerella allestita nelle sale del Museo Oceanografico di Monaco.

stats