CON 75 BRAND DEL MADE IN ITALY

Altagamma lancia il Mini-Program WeChat in Cina

I consumatori cinesi, mediamente più giovani e digital oriented rispetto agli occidentali, rappresentano il 34% del mercato di alta gamma: una percentuale che si stima salirà al 45% nel 2025, ossia quasi un acquisto su due, mentre anche a livello globale l’espansione dei brand del lusso sarà determinata in larga parte dagli under 40%.

Con questa consapevolezza Fondazione Altagamma ha lanciato Mini-Program WeChat Altagamma, un programma di promozione dell’eccellenza italiana, sviluppato sulla piattaforma di messaggistica più diffusa nella Repubblica Popolare, che integra diverse funzioni tra cui le transazioni economiche e gli acquisti online.

Un progetto - realizzato nell’ambito di una collaborazione tra la Fondazione, il Maeci e Agenzia Ice e della durata di sei mesi - cui hanno aderito 75 brand soci di Altagamma, tra cui per la moda Alberta Ferretti, Brunello Cucinelli, Fedeli, Fendi, Ferragamo, Gucci, Herno, Max Mara, Moncler, Piacenza Cashmere, Prada, Sergio Rossi, Tod’s, Valentino e Zegna. Lo sviluppo è avvenuto con il supporto dell’agenzia cinese D1M. Attraverso 120 post verrà creato un racconto virtuale dei valori dell’alto di gamma italiano e delle attività dei marchi aderenti.

«Siamo particolarmente orgogliosi - ha detto durante la presentazione all’hotel Principe di Savoia di Milano (nella foto) Matteo Lunelli, presidente di Altagamma - in quanto è un esempio virtuoso di iniziativa di sistema ed esprime bene lo spirito collaborativo della Fondazione, sintetizzato dal nostro motto Cooperare per meglio Competere».

In un momento in cui permane l’impossibilità dei giovani cinesi di visitare il nostro Paese, «un social media come WeChat è uno strumento prezioso - ha sottolineato Lunelli -. La trasversalità dei settori rappresentati dai marchi che convivono nel Mini-Program WeChat restituisce una visione corale della nostra eccellenza».

Come ha ribadito Lorenzo Angeloni (direttore generale della Promozione del Sistema Paese del Maeci), questo è uno strumento ideale per raggiungere decine di migliaia di potenziali consumatori. «Un lancio - ha precisato - che si pone nel solco della strategia di promozione del Sistema Paese condotta in questi anni dalla Farnesina».

«In Cina, come nel mondo, il made in Italy è un brand di valore, sinonimo di creatività, stile, innovazione, tradizione, qualità e design - ha affermato Carlo Ferro, presidente di Ice Agenzia -. Il debutto del Mini-Program WeChat Altagamma è sinergico alla nostra campagna di nation branding beIT e alla partnership con WeChat, che ha portato 110 Pmi italiane a vendere online al vasto mercato cinese sulla vetrina virtuale del made in Italy. Si tratta di una parte delle 20 nuove azioni che stiamo intraprendendo, per accompagnare le imprese italiane in questa fase critica del commercio mondiale».

a.b.
stats