Dalla A di Alexander McQueen alla Z di Zegna

Opening à gogo nelle località di mare e nelle capitali

I brand della moda scommettono sul ritorno del turismo balneare e non solo. Lo confermano i ripetuti annunci di nuove aperture di marchi italiani ed esteri, che hanno scelto sia le più esclusive località italiane ed estere sia le più gettonate metropoli.

Una boccata d’ossigeno, si spera, per il retail mentre secondo una recente analisi di Altagamma con Bain & Company, Boston Consulting Group, Enit e Global Blue il turismo di lusso contribuisce al 3% del Pil italiano per un valore di 60 miliardi di euro (di cui 25 miliardi diretti).

Per quanto riguarda l’Italia, Alexander McQueen, per esempio, si è stabilito a Portofino con una boutique ideata dal direttore creativo Sarah Burton con l’architetto Smiljan Radic (nella foto in alto), mentre nella celebre Piazzetta di Capri è arrivata, per la seconda stagione consecutiva, Luisa Beccaria e Louis Vuitton ha portato il progetto itinerante Librairie Éphémère: un pop-up dedicato alle edizioni di viaggio della maison e un'inedita City Guide Capri (nella foto seguente).


A Porto Cervo sono sbarcati Borbonese (nella foto in basso) e Messika (primo opening italiano per il marchio di gioielli). Invece a Forte dei Marmi Fabiana Filippi ha aperto un pop up store presso l’Augustus Beach Club e Paul & Shark ha terminato il restyling dello storico store di via Carducci (oltre ad avere aperto a Roma e a Spalato, in Croazia).


Palm Angels ha scelto Villa d’Este, sul Lago di Como, per un negozio temporaneo negli spazi di Tessabit. Elisabetta Franchi si è spostata nelle Cicladi, con una boutique a Mykonos: si tratta di un negozio di 70 metri quadrati nella zona di Matoyianni, punto di riferimento di tantissimi turisti e del jet set internazionale. Ha optato per Saint Tropez il marchio americano Thom Browne. La sua prima location retail in Francia è all’interno del club privato EPI della cittadina sulla Costa Azzurra (nella foto che segue).


Altri marchi hanno approfittato della primavera-estate per aprire nelle capitali. Il Gruppo Armani ha aperto il primo store A|X  Armani Exchange a Berlino (in Kurfürsterdamm, una delle strade più visitate della capitale tedesca, nella foto) e Amsterdam (al Dam, in centro città).


Il menswear Zegna ha puntato su Madrid (presso Galeria Canalejas), come pure il marchio australiano di womenswear Zimmermann, che punta anche a conquistare Cannes con un nuovo flagship e in settembre sfilerà nel calendario di Parigi. Nella capitale francese ha debuttato Acne Studios, in rue Saint-Honoré (nella foto in basso).


La maison francese Givenchy ha deciso di volare oltreoceano per avviare la sua boutique a Soho, downtown Manhattan (New York City, nella foto). Lo spazio di circa 325 metri quadrati è la sesta boutique indipendente del marchio in America e la prima ad aprire in quattro anni, segnando l'inizio di un'importante accelerazione della crescita retail nel mercato Usa. Last but not least, Isabel Marant ha aperto il suo più grande monomarca al 677 di Madison Avenue.





e.f.
stats