CONCLUSO IL RESTYLING DA 280MILA EURO

Fendi restituisce a Roma quattro storiche fontane

Quattro storici monumenti della capitale sono stati riconsegnati alla città dopo sei mesi di lavori di manutenzione straordinaria, grazie al contributo di Fendi, che ha sostenuto per intero il costo complessivo del restyling, pari a 280mila euro.

Ieri la sindaca di Roma Virginia Raggi, con il presidente e a.d. di Fendi Serge Brunschwig e la Sovrintendente Capitolina ai Beni culturali di Roma Capitale Maria Vittoria Marini Clarelli, ha inaugurato la conclusione degli interventi e la riapertura al pubblico della Mostra dell’Acqua Paola al Gianicolo, della Fontana del Mosè in piazza San Bernardo, della Fontana del Peschiera in piazzale degli Eroi e della Mostra della nuova Acqua Vergine al Pincio, in viale Gabriele D’Annunzio.

Il finanziamento dei lavori, iniziati lo scorso 29 maggio e conclusi nei tempi previsti, ha visto nuovamente in pole position la griffe romana nell’orbita di Lvmh, che aveva già sostenuto (nell’ambito del progetto Fendi for Fountains) il restauro della Fontana di Trevi e del Complesso delle Quattro Fontane: «Siamo orgogliosi di questa rinnovata collaborazione tra pubblico e privato, che ha permesso ancora una volta di riportare le fontane del Gianicolo, del Mosè, del Ninfeo del Pincio e del Peschiera al loro splendore originale e di nuovo fruibili ai romani e ai turisti di tutto il mondo – ha commentato Serge Brunschwig -. Roma è parte integrante del dna di Fendi e il suo patrimonio artistico e culturale è un bene da preservare per le generazioni future».

Diverse, sia per tipologia che per epoca di esecuzione, le quattro fontane sono state individuate tra le molte della città di Roma, per essere fontane terminali di monumentali acquedotti romani.

«Roma ha da sempre un legame importante con le sue fontane e i suoi acquedotti, che non solo erogano acqua, ma ne evocano la preziosità in quanto simbolo di vita e di rinascita – ha detto la Sindaca Virginia Raggi -. Ognuna di queste fontane ha una propria storia e contribuisce, al tempo stesso, a raccontare la storia della città. E la maison Fendi, che ringrazio sentitamente e che ha legato il proprio nome - tra le altre - alle fontane del Mosè, del Peschiera, al Ninfeo dell’Acqua Vergine e al meraviglioso “Fontanone” del Gianicolo, finanziando l'importante manutenzione straordinaria di alcuni tra i più bei monumenti di Roma, ha dimostrato anche in questa occasione il grande amore che riserva alla nostra capitale».

a.t.
stats