crisi

La bergamasca Indas chiede il concordato preventivo

La crisi non ha risparmiato il gruppo Indas. L'azienda di Medolago (Bg), conosciuta soprattutto per la licenza del brand ispirato al gioco del polo e delle macchine d'epoca Etiqueta Negra (nella foto), ha fatto richiesta di concordato preventivo in bianco al Tribunale di Bergamo.

 

Come si legge sulla stampa locale, la realtà tessile fondata nel 1978 da Flavio Abati ha archiviato l'esercizio 2014 - chiuso lo scorso 30 settembre - con una perdita superiore ai 2 milioni di euro.

 

La situazione finanziaria si è aggravata in seguito a un contenzioso con la casa di moda argentina Cadsa, titolare del brand Etiqueta Negra: un'impasse che è andata a peggiorare conti già in rosso in seguito alla stagnazione dei consumi e al conseguente calo della produzione.

 

Prima dell'accordo con il marchio argentino, Indas ha portato avanti per anni la licenza di La Martina, il cui rapporto si è interrotto nel 2009.

 

Stando a L'Eco di Bergamo, il Tribunale ha accolto la richiesta di preconcordato. Quanto ai dipendenti, sono in regime di cassa integrazione straordinaria.

stats