dal 19 al 21 settembre a fieramilano rho

Mipel: l'edizione dei 60 anni simbolo di una «rinascita graduale»

Parla di «rinascita graduale», il direttore generale di Mipel, Danny D'Alessandro, annunciando le novità del salone della pelletteria, che celebra i 60 anni dal 19 al 21 settembre presso Fieramilano Rho, in sinergia con altre manifestazioni accomunate dall'hashtag #RestartTogether.

Precedute da DaTe (a Firenze dall'11 al 13 settembre con un focus sull'eyewear), vanno in scena nel polo espositivo milanese anche Micam Milano (calzature) e TheOneMilano Special featured by Micam (womenswear e accessori), entrambe concomitanti con Mipel, Homi Fashion&Jewels Exhibition (dal 18 al 20 settembre) e Lineapelle (dal 22 al 24), la "business experience" di riferimento per materiali, pelli e accessori dedicati all'industria della moda e del lusso, all'interno della quale esordisce il format Mipel Lab.

La 120esima edizione di Mipel, come anticipa D'Alessandro, sarà ancora ridotta e concentrata: su 2.500 metri quadri di superficie si presenteranno infatti un'ottantina di marchi, vista l'assenza dei compratori di alcuni Paesi chiave come Cina, Giappone e Corea.

«Si tratta di una grande dimostrazione di fiducia nel settore della pelletteria - commenta il d.g. - con numeri sicuramente più contenuti rispetto alla cosiddetta normalità, ma simili a quelli dello scorso settembre. Gli espositori punteranno a una visibilità di qualità, ma senza eccessi. Speriamo che la rinascita graduale cui stiamo assistendo si rafforzi con la campagna vaccinale, garantendo un veloce ritorno ai valori pre-Covid».

Il presidente del salone, Franco Gabbrielli, aggiunge che «i buyer e le aziende, soprattutto di piccole dimensioni, che più di tutte hanno sofferto la crisi hanno bisogno di confrontarsi tra loro, aggiornarsi sulle novità e sui trend del settore, prendere ispirazione, incontrarsi e naturalmente fare business. Questo è un segnale importante di ripartenza».

Con il supporto di Maeci, Agenzia Ice e il patrocinio del Comune di Milano Mipel punta su un'immagine rinnovata e ispirata allo sport, che quest'estate ci ha dato tante soddisfazioni: il concept Mipel Play, come sottolinea una nota, esprime la necessità di ricominciare, riprendere il gioco del business e una sana competizione internazionale, come è accaduto nel calcio, alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi.

Tra gli highlight il progetto Miss Mipel, grazie al quale le aziende reinterpretano un modello di borsa iconico, ispirato agli anni Cinquanta, che verrà distribuito worldwide, e all'interno di Lineapelle il nuovo Mipel Lab: una rassegna dedicata al sourcing pellettiero, già protagonista di un'anteprima a Pitti Uomo lo scorso giugno, che oltre alla versione fisica si avvale di una piattaforma digitale, sviluppata da Ds Group in collaborazione con EY, creando un filo diretto tra selezionati produttori italiani di pelletteria e marchi luxury italiani e internazionali.

Anche Mipel, peraltro, ha una controparte online con Mipel The Digital Show, evento virtuale al via il 9 settembre, che consente agli utenti di effettuare gli ordini, incontrare virtualmente i brand, visionare le collezioni della SS 22 e scoprire tutte le novità del comparto.

Gli organizzatori guardano anche oltreconfine, dando vita negli Usa a Italian Handbags and Accessories Collective, palcoscenico per 13 realtà italiane, in trasferta dal 13 al 24 settembre presso una showroom newyorkese durante la fashion week americana. Un'iniziativa che proseguirà tra ottobre e dicembre con una serie di trunk show nelle principali città statunitensi.

Dal 12 al 14 ottobre ci si sposta in Corea: nella capitale di uno dei mercati strategici per il made in Italy va in scena Mipel Leather Goods Showroom in Seoul, giunta alla decima edizione in partnership con Jaeyoon.


a.b.
stats