Dal 20 al 23 febbraio a Fieramilanocity

TheOneMilano: Italo Rota e Margherita Palli “raccontano" il salone

“It’s always winter somewhere”… ("C’è sempre un inverno da qualche parte nel mondo"): questo il concept della settima edizione di TheOneMilano ideato dall’archistar Italo Rota, che ha firmato grandi padiglioni negli Expo mondiali e sarà l’artefice del Padiglione Italia a Dubai 2020, e dalla scenografa Margherita Palli.

Il salone, in scena a Fieramilanocity dal 20 al 23 febbraio, presenterà nelle hall 3 e 4 una visione del mondo urban e cosmopolitan delle grandi metropoli, un melting pot visivo, culturale ed estetico. Il rimando è alla circolarità del mondo moderno, che diluisce le distanze fisiche e culturali, per vivere in un sistema senza più rigide stagioni.

Un concetto questo, che riprende la filosofia delle ultime edizioni della rassegna. Infatti, già a febbraio 2019 l’ambientazione era un giardino d’inverno, mentre a settembre è stata lanciata l’idea di seansonless, i capi senza una stagionalità.  

A febbraio 2020 le corsie diventeranno viali, gli stand palazzi pieni di storie e di persone e le zone merceologiche saranno raccordate da elementi e scenografie d’impatto comunicativo: tra queste, i giganteschi alberi in versione winter e le boule de neige.

Cambierà anche il logo, un One fatto di pixel, insegne e skyline. Il salone diventa così una colorata metropoli, una nuova piazza ideale dove materiali, colori e suoni diversi si mixano tra loro.

E si chiamerà proprio la Piazza del Fare il luogo centrale della manifestazione, dove si alterneranno presentazioni e momenti di approfondimento sulla manifattura made in Italy nelle sue varie espressioni.

 

a.s.
stats