DAL 30 GIUGNO AL PRIMO LUGLIO

Première Vision: al Grand Palais Éphémère un evento fisico per 200 espositori

Due giorni, dal 30 giugno al primo luglio 2021, e circa 200 espositori previsti: questi i “numeri” dello special event che stanno preparando gli organizzatori della fiera parigina Prèmier Vision.

Si tratterà del primo appuntamento fisico post Covid del salone a Parigi, che troverà stanza al Grand Palais Éphémère, struttura temporanea sugli Champs de Mars, all’ombra della Tour Eiffel, che dovrebbe essere ultimata a breve.

La sala di 10mila metri quadri, progettata dall’architetto Jean-Michel Wilmotte e realizzata dalla società GL Events, è una location allestita per ospitare mostre ed eventi durante la ristruttutturazione del Grand Palais, sottoposto a restauro in vista dei Giochi Olimpici e Paraolimpici del 2024, e continuerà a ospitare appuntamenti culturali, sportivi e fashion anche in futuro.

A causa delle restrizioni anti-contagio, il format fisico di Première Vision non prevede seminari o convegni e focus dell’evento saranno le collezioni Fall-Winter 2022-2023.

Invariato il calendario delle altre manifestazioni eureopee sotto il cappello di Première Vision, che andranno in scena con una formula ibrida, tra il fisico e il digitale: Première Vision Paris si terrà dal 21 al 23 settembre al Paris Nord Villepinte, seguito dal 13 al 14 ottobre da Denim Première Vision a Milano, al Superstudiopiù.

Resta invece totalmente online la prossima edizione di Denim Première Vision, in calendario dal 5 al 9 luglio (evento programmato inizialmente a maggio).

A livello worldwide, lo schedule prevede Première Vision a Shenzen dal 28 al 30 aprile con una cinquantina di espositori, a New York il 20 e il 21 luglio, Pv Sport a Portland l’11 e il 12 agosto e il bis a Boston il 18 e 19 dello stesso mese.

«Anche se torneremo agli eventi fisici, non abbandoneremo il lato digitale: abbiamo fatto molti progressi su questo fronte e migliorato la nostra tecnologia - ha affermato Gilles Lasbordes, direttore generale di Première Vision -. Abbiamo molti visitatori sul digitale e non lo fermeremo, perché completa l'esperienza e consente alle persone di seguire un evento se non possono partecipare fisicamente. D’ora in avanti gli eventi saranno un mix di online e offline».

A cura della redazione
stats