dal 5 al 7 marzo con un ponte tra parigi e milano

Tranoï Link goes digital: tre giorni, 150 marchi e un calendario trasversale

Mentre la fashion week parigina va in digitale, anche i saloni che in tempi pre Covid facevano da corollario alla manifestazione esplorano nuovi format espositivi.

È il caso di Tranoï, online dal 5 al 7 marzo con la piattaforma Tranoï Link, cassa di risonanza per oltre 150 designer, tra cui i brand protagonisti del calendario della rassegna, strutturato in modo da essere il più possibile internazionale: se infatti la giornata di esordio vede la Ville Lumière e i suoi marchi in primo piano, nella seconda ci si sposta a Milano. Nella terza si torna a Parigi, ma non manca una serie di Around The World Meetings.

Domani, 5 marzo, il focus è dunque dalle 9 alle 12 sui marchi Coralie Marabelle (nella foto), Majestic Filatures e Salut Beauté, mentre alle 13 un webinar affronta il tema dei negozi del futuro, partendo dalle ricerche di McKinsey. Dalle 15 alle 16 è la volta di Stella Pardo, Valentine Gauthier e Mes Demoiselles Paris. Da segnare in agenda alle 15.30 una diretta Instagram con Fernanda Hernandez di Luisaviaroma.com.

Il 6 marzo è la giornata "milanese". Sempre dalle 9 alle 12, riflettori accesi su Avant Toi, Goosetech e la showroom Elisa Gaito con i suoi brand. Alle 13 gli esperti di Fashion Snoops analizzano i trend della FW 21/22. Dalle 14 alle 16 sono protagonisti Faliero Sarti e la showroom Point. Diretta Instagram, infine, alle 15.30, in compagnia di Beppe Angiolini di Sugar.

Battute finali il 7 marzo, tra Parigi e il resto del mondo. La mattinata è dedicata a 5 Octobre, Atelier Paulin, Bettina Vermellon, D'Estree e Persee. Alle 13 parte il primo degli Around The World Meetings insieme a Sheng Yao Huang, founder della label taiwanese Shen Yao. Il testimone passa alle 15 a Frédérique Dessemond, artefice di Ginette NY. A parlare durante l'Instagram Live delle 17.30 è Sofia Makridi del Lane Crawford Joyce Group.
a.b.
stats