DAL 9 ALL'11 LUGLIO A RHO

Milano Unica apre nel segno di digitale e sostenibilità

Innovazione sostenibile e digital transformation saranno due dei temi chiave della 29esima edizione di Milano Unica, il salone tessile in programma dal 9 all'11 luglio nel centro espositivo di Rho.

Ne parleranno domattina durante l'inaugurazione Ercole Botto Poala (presidente di Milano Unica), Carlo Capasa (presidente di Camera Moda), Roberto Luongo (direttore generale di Ice Agenzia), Nazzareno Mengoni (co-fondatore di Startupbootcamp Italia), Alberto Paccanelli (presidente di Euratex), Marino Vago (presidente di Sistema Moda Italia) ed Edoardo Zegna (head of content and innovation del Gruppo Ermenegildo Zegna).

La manifestazione presenta in anteprima tessuti e accessori tessili dell'autunno-inverno 2020/2021 e conta 608 espositori in totale: una cifra che comprende gli Osservatori su Giappone e Corea, la fiera Origin Passion and Beliefs e il consorzio Milano Unica Vintage.

Se si considera specificamente Milano Unica, sono 465 le aziende partecipanti - un numero in linea con l'analoga edizione di un anno fa -, con un'adesione in aumento dall'Unione Europea: si parla di 93 realtà, +8%.

Un evento fisico, che tuttavia cresce anche in ambito digitale: entra infatti nel vivo e-MilanoUnica Marketplace, progetto di info-commerce B2B della kermesse, che attraverso l'omonima piattaforma online permette agli exhibitor di presentare i propri tessuti tutto l'anno, anche ai potenziali clienti internazionali che non visitano il salone.

L'iniziativa viene lanciata all'interno di uno spazio al Padiglione 12, il MU Cinema, dove vengono organizzate delle "proiezioni" in orari precisi: il 9 luglio alle 14.30 e 16.30 e il 10 luglio alle 10, 11.30, 14.30 e 16.30.

«La digitalizzazione - commenta Ercole Botto Poala - è una sfida che le imprese del settore non si devono lasciar sfuggire. Intesa in senso lato, comprende anche le nuove prospettive legate alla blockchain, uno strumento di trasparenza e tracciabilità che potrebbe essere molto utile ai player del made in Italy».

In primo piano anche la sostenibilità, con la quarta edizione di Mu Sustainable Innovation: una sezione sempre più ricca e articolata, che se a febbraio si concentrava sui processi industriali, stavolta indaga il legame tra eco-consciousness e creatività, in base allo slogan FancyGreen, EverGreen.

Da segnalare un compleanno importante in occasione della rassegna: spegne infatti 40 candeline il Consorzio Pratotrade e per l'occasione viene organizzato la sera del 9 luglio un cocktail in collaborazione con il Museo del Tessuto di Prato, che ricostruisce in fiera lo studio di Leonardo da Vinci.

Il distretto tessile pratese è un network di poco meno di 280 aziende (di cui un'ottantina di scena alla tre giorni milanese), con un giro d'affari complessivo di 1,8 miliardi di euro l'anno.

a.b.
stats