Dalla prossima stagione

Riccardo Grassi si allea con Sbp per supportare i clienti nella sostenibilità

Dalla prossima stagione Rg Showroom fornirà ai sui clienti una serie di strumenti per lavorare sul lato sostenibile del business. Il primo di questi sarà la Sustainable ID Card, che permetterà ai brand che lavorano con l'agenzia di comunicare in modo efficace e trasparente le proprie prestazioni a tutti gli stakeholder: buyer e consumatori finali avranno cosı̀ accesso a una fotografia più dettagliata del livello di sostenibilità del brand che prendono in considerazione.

Un servizio reso possibile dalla partnership che la realtà guidata da Riccardo Grassi ha siglato con Sbp- Sustainable Brand Platform, società digitale che, grazie a uno speciale algoritmo di propria creazione, offre una valutazione ambientale ed etica dei marchi di moda. 


«Siamo convinti che il sostenibile è la vita, l’etica e il chiaro metodo da adottare per le supply chain», ha dichiarato Grassi, commentando la svolta green della sua showroom.

I marchi clienti che decidono di aderire al progetto potranno prendere coscienza dei propri punti di forza e debolezza e, grazie al supporto combinato dei team di Rg e Sbp, attivare strategie mirate al raggiungimento di obiettivi specifici.

«La nostra sfida è creare un linguaggio universale e una forte community per le realtà indipendenti della moda - afferma Alex Albini, fondatore e ceo di Sbp -. La partnership con Rg Showroom è molto stimolante, perché ci dà l'opportunità di lavorare con un importante player del canale B2B e con i brand tra i più interessanti del fashion system».


Per Sbp la partnership tecnica di Rg Showroom segna un ulteriore passo nel proprio processo di sviluppo. A un anno dalla sua fondazione, conta più di 90 aziende - tra cui Coster Copenaghen, Dedicated e Yatay - e collabora con player internazionali nell’ambito dell’industria della moda sostenibile, come Revolver Copenaghen Trade Show, The Canvas New York e ModaLisboa.
an.bi.
stats